Insurance Trade

Covéa, salta l'acquisizione di Axa Re

L'offerta non è stata ritenuta adeguata dal gruppo assicurativo

Covéa, salta l'acquisizione di Axa Re hp_wide_img
Si concludono con un nulla di fatto le trattative per la cessione del ramo riassicurativo di Axa XL, la cosiddetta Axa Re, al gruppo francese Covéa. Secondo le indiscrezioni raccolte dalla testata specializzata L’argus de l’assurance, le negoziazioni si sarebbero arenate per una questione economica: in pratica, Axa non avrebbe giudicato adeguata e sufficientemente elevata l’offerta arrivata da Covéa. Le trattative per un’eventuale cessione erano partite lo scorso giugno.

La notizia, se confermata, segnerebbe l’ennesimo tentativo andato a vuoto di Covéa di integrare un già consolidato ramo riassicurativo nel proprio modello di business. Nel 2018 la compagnia aveva tentato la scalata al gruppo Scor, impresa poi andata in fumo e tramutatasi in una battaglia legale che si è conclusa solo lo scorso giugno con un accordo fra le parti. Due anni dopo, nel 2020, Covéa aveva poi raggiunto un accordo per acquisire la compagnia riassicurativa PartnerRe da Exor, la holding della famiglia Agnelli, per un importo complessivo di nove miliardi di dollari. Anche in questo caso, tuttavia, il closing dell’operazione era sfumato dopo il rifiuto di Exor rinegoziare la transazione a seguito della pandemia di coronavirus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti