Insurance Trade

Intermediari, cosa fare dopo la crisi

Il 3 ottobre a Milano il convegno organizzato da Insurance Connect

23/09/2013
Quando finisce la crisi? Tutti se lo chiedono, molti ipotizzano tra poco. Nel 2014 l'Italia, secondo le ultime stime del governo, dovrebbe crescere dell'1%; secondo l'Fmi, il Fondo monetario internazionale, dello 0,7%. Comunque una ripresa. Tanti sono gli interrogativi legati al dopo crisi: come ripartire? Come recuperare gli anni perduti? Quale la migliore strategia di business per intercettare la ripresa? Nel settore assicurativo, la distribuzione dovrà essere pronta a rilanciare le proprie aspirazioni, dopo anni di sofferenze e con lo spettro della disintermediazione che elide fette di mercato.

Per approfondire questi e altri temi che coinvolgono tutta l'intermediazione assicurativa, dagli agenti mono e plurimandatari ai broker piccoli e grandi, l'appuntamento è il convegno di giovedì 3 ottobre, organizzato da Insurance Connect, editore di questa testata.
Intermediazione assicurativa: gli intermediari oltre la crisi, questo il titolo dell'evento, vuole capire proprio questo: cosa fare dopo, quando sarà il momento di attaccare e non più di difendersi.
Combattere contro i costi crescenti, interpretare il mercato adeguandosi alle tante e nuove norme italiane ed europee che ci sono e che verranno, imparare a competere rinnovando il proprio ruolo e la propria professionalità: questi sono solo alcuni dei punti su cui si concentreranno gli interventi e le tavole rotonde nel corso della giornata, a partire dalle 9 per finire alle 17, presso lo Starhotel Business Palace a Milano.
Agendo con maggiore proattività nella gestione del proprio business, nel dialogo con le compagnie, sul territorio e verso il cliente, l'intermediario oltre la crisi potrà riscostruire o implementare i propri affari.

L'agenda e gli interventi

Si parte quindi alle 9 con la registrazione e l'accreditamento per ottenere al termine della giornata i crediti formativi, certificati Ivass (cinque ore). Poi Maria Rosa Alaggio, direttore della testate di Insurance Connect, darà il via e modererà gli interventi e i dibattiti.
Antonia Boccadoro, segretario generale di Aiba e Jean Francois Mossino, presidente della commissione agenti europei al Bipar, parleranno di Europa, e precisamente della nuova direttiva in arrivo, la Imd II.
Dal confronto Italia/Europa si approfondiranno poi le possibilità scaturite dalle novità normative, a partire dalla collaborazione tra intermediari, che dà la possibilità di accedere a nuovi mercati. Saranno Maurizio Ghilosso, ad di Dual Italia e Fabrizio Callarà, ad di Aec Wholesale group, a parlare delle nuove opportunità che verranno anche dall'obbligo assicurativo per i professionisti.

Dopo il coffee break delle 11, spazio alla prima tavola rotonda della giornata, intitolata Disintermediazione o centralità degli intermediari?, alla quale parteciperanno tutti i big dell'intermediazione italiana a confronto con Ania e Ivass. Moderati da Maria Rosa Alaggio, il dibattito coinvolgerà Maria Luisa Cavina, responsabile servizi intermediari Ivass; Vincenzo Cirasola, presidente Anapa; Massimo Congiu, presidente Unapass; Claudio Demozzi, presidente Sna; Franco Ellena, presidente commissione distribuzione di Ania; Carlo Marietti Andreani, presidente Aiba e Luigi Viganotti, presidente Acb.

La sessione pomeridiana entrerà subito nel vivo con un laboratorio pratico, tenuto da Leonardo Alberti, trainer della scuola di Palo Alto, consulente di direzione strategica in ambito assicurativo, docente vendite e management, nonché apprezzato collaboratore di Insurance Daily. I partecipanti potranno scoprire così un nuovo approccio alla vendita e alla negoziazione, al fine di conquistare il cliente con le tecniche dell'empatia.
Essere intermediari a norma di legge, è invece il titolo della lezione che terrà alle 15 Maurizio Hazan, uno dei titolari dello Studio Legale milanese Taurini e Hazan. Un appuntamento con l'approfondimento giuridico, normativo e giurisprudenziale su tutto quello che c'è da sapere sul settore assicurativo.

A chiusura dell'evento, la tavola rotonda finale, sempre moderata da Maria Rosa Alaggio, vedrà manager di compagnie, agenti, broker e addetti ai lavori dibattere sul concetto di valore. I protagonisti saranno: Enrico Cavallari, chief marketing and digital business officer Axa Assicurazioni; Piersimone Demarie, responsabile direzione broker Reale Mutua; Tonino Rosato, presidente di Uia, Unione italiana agenti AllianzFrancesco Saporito, presidente associazione agenti Unipol; Angelo Scarioni, presidente Macros Consulting; Luca Sina e direttore vendite Zurich (è in attesa di conferma la partecipazione di un esponente di Groupama Assicurazioni).
Sviluppare valore con agenti e broker, questo il titolo, offrirà agli stakeholder del settore dei rischi lo spazio per approfondire l'importanza dell'intermediazione e come questa potrà essere un valore aggiunto anche nel prossimo futuro. Anche oltre la crisi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti