Insurance Trade

Coronavirus, gli italiani sperano in controlli e tecnologia

Stando a un'indagine di Nomisma per UniSalute, saranno questi gli elementi fondamentali per la ripartenza

13/05/2020
Tamponi e nuove tecnologie saranno fondamentali per ripartire dopo l'emergenza coronavirus. Ne sono convinti la stragrande maggioranza degli italiani, come emerso da un'indagine condotta da Nomisma per conto di UniSalute. Stando ai risultati della ricerca, per il 92% della popolazione è importante, se non fondamentale, estendere il numero di tamponi effettuati per individuare i positivi al Covid-19. Il 68% degli italiani considera poi determinante la possibilità di tracciare gli spostamenti individuali, anche attraverso il ricorso nuovi strumenti come i droni.
Rilevante, come accennato, sarà anche il ruolo della tecnologia. Per il 61% strumenti di nuova generazione saranno importantissimi per la gestione della sanità anche dopo l'emergenza coronavirus: il 67% della popolazione, per esempio, crede che soluzioni come il teleconsulto potranno essere utili per monitorare le condizioni dei pazienti. “Colpisce positivamente la grande fiducia degli italiani nei confronti delle applicazioni tecnologiche in ambito medico, come telemedicina, teleconsulti, videoconsulti e nuovi metodi di assistenza domiciliare”, ha commentato Giovanna Gigliotti, amministratore delegato di UniSalute. “In questo ambito – ha aggiunto – l’integrazione tra l’esperienza della sanità privata e le esigenze del Ssn può rivelarsi un modello vincente di collaborazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti