Insurance Trade

Polizze false, Anapa propone all’Ivass un tavolo a tutela del consumatore

Secondo l’associazione anche gli agenti professionisti possono offrire il loro contributo per smascherare i siti assicurativi pirata

10/07/2019
Dopo la scoperta di 222 siti pirata che proponevano ai consumatori polizze false, Anapa Rete ImpresAgenzia rilancia l’allarme. Si tratta solo del più recente (ed eclatante) fatto di cronaca venuto a galla nei giorni scorsi grazie alle indagini della Guardia di Finanza, che si è avvalsa della collaborazione dell’Ivass.
Secondo l’associazione, questi episodi dimostrano ancora di più l’importanza del ruolo, insostituibile, degli agenti di assicurazione. Per contrastare il propagarsi di questa piaga, Anapa ha proposto all’Ivass di convocare un tavolo di concertazione dove anche gli agenti professionisti potranno offrire il loro contributo alla tutela del consumatore.
“La notizia dell’indagine - spiega il presidente di Anapa, Vincenzo Cirasola – conferma l’ottimo lavoro di controllo e prevenzione che svolgono quotidianamente Ivass e le forze dell’ordine, nell’interesse dei cittadini consumatori. Ma per prevenire e sconfiggere questo fenomeno, che può costare carissimo alle ignare vittime, occorre un’opera di informazione ancora più incisiva”. Secondo Cirasola, “il web non va certo demonizzato e resta uno strumento importante nell’evoluzione del sistema, ma casi come questo dimostrano ancora una volta l’importanza di poter contare sulla consulenza diretta delle nostre agenzie e dei nostri agenti, che non potranno mai essere sostituiti da un click. Un’importanza, non soltanto tecnica e consulenziale, ma anche una garanzia che quello che si sta acquistando è un prodotto serio e certificato, che garantisce la copertura dai danni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti