Insurance Trade

Aon-Willis Towers Watson, slitta la decisione europea

L’esecutivo comunitario sposta la deadline all’inizio di agosto

Aon-Willis Towers Watson, slitta la decisione europea hp_wide_img
La commissione europea si prende qualche giorno in più per valutare nel merito la fusione fra Aon e Willis Towers Watson. L’esecutivo europeo si dà tempo fino al prossimo 3 agosto per pronunciarsi sull’operazione da 30 miliardi di dollari che era stata annunciata nel marzo del 2020. In precedenza la deadline era stata fissata al 12 luglio.


L’indagine della commissione europea, inaugurata lo scorso novembre, punta a valutare gli effetti che un’operazione del genere potrà avere sulla concorrenza e sulla concorrenza di mercato. Se ultimata, la fusione darebbe infatti vita al primo broker assicurativo al mondo, un colosso finanziario da oltre 80 miliardi di dollari. Per venire incontro alle richieste delle istituzioni europee, stando ad alcune indiscrezioni giornalistiche, Aon si sarebbe detta pronta a cedere partecipazioni in Willis Re, in una società di consulenza specializzata in soluzioni previdenziali in Germania e nella controllata francese Gras Savoye, nonché ulteriori attività in Germania, Spagna e Paesi Bassi.
La scorsa settimana, una fonte vicina al dossier, sentita dalla Reuters, ha affermato che “Aon è vicina a ottenere l’ok condizionale dell’antitrust europeo”. Secondo l’agenzia di stampa britannica, “il garante per la concorrenza dell’Unione Europea ha chiesto alcune modifiche (al piano di dismissioni, ndr), ma è improbabile che chieda ulteriori concessioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti