Insurance Trade

Priips: le preoccupazioni di Insurance Europe

Le proposte di cambiamento degli Rts, avanzate dall'Esa, peggiorerebbero le cose sia per i consumatori sia per gli assicuratori, secondo la federazione

13/01/2020
Insurance Europe nutre serie preoccupazioni in merito alla revisione attualmente in corso degli standard tecnici di regolamentazione (Rts) dei Priips. Le proposte avanzate dal comitato delle autorità di vigilanza europee (Esa) peggiorerebbero le cose sia per i consumatori sia per gli assicuratori, secondo quanto lamenta in un comunicato la federazione. 

Piuttosto che migliorare la qualità delle informazioni nel Kid dei Priips le proposte aumenterebbero la complessità dei metodi delle presentazioni delle informazioni, rendendo ancora più difficile la comprensione dei prodotti da parte dei consumatori. Ma non basta, secondo Insurance Europe, il rischio è fornire agli assicurati dati fuorvianti, nonché un sovraccarico di informazioni.

L'Esa dovrebbe adottare un approccio più ponderato quando propone modifiche. "È necessario - secondo gli assicuratori europei - dimostrare chiaramente che i consumatori trarranno vantaggio da eventuali modifiche, dati i significativi costi di conformità che tali modifiche imporranno agli assicuratori". Le nuove proposte richiedono pertanto "una valutazione d'impatto approfondita", al fine di garantire che i consumatori ricevano "informazioni significative".





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti