Insurance Trade

Ue-Usa, accordo da 40 miliardi di dollari

Il bilaterale, siglato dopo anni di trattative, facilità la collaborazione tra le due sponde dell'Atlantico

25/09/2017
L'accordo siglato venerdì 22 settembre tra Unione Europea e Stati Uniti in materia di assicurazione e riassicurazione è stato accolto con favore da tutte le parti in causa perché frutto di una lunga e difficile trattativa istituzionale e perché, nelle intenzioni, andrà a beneficio dell'industry e dei consumatori.  
La Commissione Europea e il Dipartimento del Tesoro Usa hanno sottolineato soprattutto la certezza del diritto per chi opera su entrambe le sponde dell'Atlantico e l'aumento della tutela per i clienti. 

L'accordo, secondo l'Europa, è in linea con gli obiettivi del piano d'investimenti e permetterà, soprattutto ai riassicuratori, di aumentare la capacità d'azione. I riassicuratori Ue sono convinti che i 40 miliardi di dollari di garanzie negli Stati Uniti potranno essere utilizzati ora in modo più efficace per creare posti di lavoro e stimolare la crescita: grazie alle nuove possibilità garantite dal deal, sarà generato un valore di 400 milioni di dollari l'anno da reinvestire nell'economia reale.  

Insurance Europe ha accolto favorevolmente la firma dell'accordo bilaterale perché rimuove i requisiti di garanzia che i riassicuratori europei affrontano quando piazzano affari negli Stati Uniti: ai player europei che operano negli Stati Uniti basterà presentare alle autorità locali la propria valutazione interna del rischio e della solvibilità, il cosiddetto Orsa, che già devono preparare per Solvency II. La federazione degli assicuratori si attende pertanto un processo rapido di approvazione da parte del Consiglio e del Parlamento Europeo, che sarà ovviamente fondamentale per la conclusione dell'accordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti