Insurance Trade

Pog, faro di Eiopa sui prodotti

L’Autorità si aspetta che gli insurance manufacturer identifichino i contratti assicurativi la cui copertura del rischio o le cui garanzie sono state materialmente influenzate dalla pandemia

10/07/2020
Eiopa ha pubblicato alcune precisazioni sulle aspettative di vigilanza in relazione all’applicazione da parte di imprese e intermediari dei requisiti del Pog a seguito dell’emergenza Covid-19.
L’Autorità si aspetta che assicuratori e intermediari (insurance manufacturers) identifichino sistematicamente i prodotti assicurativi la cui copertura del rischio o le cui garanzie sono state materialmente influenzate dalla pandemia. 

I manufacturer dovrebbero tenere conto dell’impatto che hanno avuto le misure prese nei diversi Stati membri per contenere la diffusione del virus e del loro impatto sulle abitudini e sui comportamenti dei consumatori, nei campi della mobilità, dell’Rc, dei viaggi e dell’accesso ai servizi medici non essenziali. 
Laddove i prodotti siano stati materialmente colpiti, dice Eiopa, compagnie e intermediari dovrebbero valutare se e come continuare a offrire valore al target market, tenendo conto delle sue eventuali nuove esigenze, caratteristiche e obiettivi. 

L’Autorità consiglia pertanto ai manufacturer di adottare una prospettiva a medio-lungo termine che rifletta il ciclo di vita del prodotto, piuttosto che rischiare di reagire troppo presto a cambiamenti temporanei: tuttavia, se le garanzie non coprono più i rischi per cui sono state pensate, i prodotti andranno rivisti per quello specifico target market, chiosa Eiopa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

eiopa, pog,
👥

Articoli correlati

I più visti