Insurance Trade

Ivass ed Eiopa, faro sulle polizze viaggio

Le Autorità intensificheranno la vigilanza sulle imprese e sugli intermediari assicurativi operanti a titolo accessorio

28/10/2019
Ivass alza il livello di attenzione sulle polizze viaggio e "adotterà azioni di vigilanza specifiche, in coordinamento con Eiopa e le altre Autorità". La decisione arriva dopo la diffusione dei risultati dell'indagine effettuata dall'autorità europea su questo tipo di contratti, condotta in collaborazione con le gli istituti nazionali tra cui, appunto, Ivass. 

L'indagine ha coinvolto 201 imprese che operano in 29 Paesi europei e che rappresentano, in ogni Paese, almeno il 60% del segmento di mercato. In Italia sono state coinvolte 14 compagnie di cui nove italiane e cinque estere. Le principali criticità riscontrate, e per le quali Eiopa ha inviato un cosiddetto warning alle imprese del settore sono le "condizioni di polizza non chiare che contengono esclusioni e limitazioni di copertura poco trasparenti o eccessive" e gli "elevati livelli delle commissioni pagate ai distributori (generalmente agenzie di viaggio) che, spesso associati a un rapporto molto basso tra indennizzi liquidati ai clienti e premi dagli stessi pagati, sono indicatori di uno scarso valore delle polizze per i clienti". 

Eiopa ha annunciato che intensificherà la vigilanza sulle imprese e sugli intermediari assicurativi operanti a titolo accessorio, ricordando che tali modelli di business non sono conformi ai principi Idd, quali l’obbligo di agire nel miglior interesse degli assicurati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ivass, eiopa,
👥

Articoli correlati

I più visti