Insurance Trade

Ivass, il premio medio Rca nel 2017 è stato di 337 euro

Lo rileva l’ultimo bollettino statistico. I prezzi più alti in provincia di Napoli, i più bassi a Campobasso. In calo raccolta e margine tecnico del settore

21/12/2018
Nel 2017 il prezzo medio per l’Rc auto è stato di 337 euro, in diminuzione del 3,2% rispetto all’anno precedente. Il prezzo più basso è quello pagato a Campobasso (255 euro), quello più elevato è nella provincia di Napoli (498 euro). Il totale dei premi raccolti nel settore risulta pari a 10,8 miliardi (-2,8% sul 2016). È quanto rilevato dall’Ivass nel suo ultimo bollettino statistico sull’Rc auto contenente i dati riferiti all’esercizio 2017.
Al 31 dicembre dello scorso anno risultavano assicurati in Italia 41,4 milioni di veicoli di cui 38,9 milioni con imprese vigilate dall’Ivass e 2,5 milioni con imprese estere in regime di stabilimento e di libera prestazione di servizi. Il 75% dei veicoli assicurati risulta costituito da autovetture, il 9% da autocarri e motocarri, il 7,4% da motocicli e il 2,2% da ciclomotori. A livello geografico, il 49% dei veicoli assicurati risulta ubicato al Nord, il 22% al Centro e il 29% nel Sud e nelle Isole;
Il margine tecnico (al lordo delle spese di gestione e al netto dei proventi finanziari) è ammontato a 2.650 milioni di euro, pari al 18,9% dei premi contabilizzati, in contrazione del -8,3% rispetto al 2016. A contribuire positivamente al margine tecnico sono stati le autovetture e gli autocarri, rispettivamente per il 71,7% e il 27%; in perdita invece il settore delle due ruote, ciclomotori e motocicli, con un calo del -4,1%. Nel segmento motocicli sono stati pagati mediamente prezzi pari a 229 euro con, minimi a Bolzano (147 euro) e massimi a Napoli (432 euro); nel segmento ciclomotori, invece, sono stati pagati mediamente prezzi pari a 156 euro con minimi a Udine (86 euro) e massimi a Caserta (328 euro).
Infine, l’Ivass rileva che il 75% dei sinistri sulle autovetture vengono pagati entro l’anno; la velocità di liquidazione di questi sinistri è dell’83% ad Oristano e del 61% a Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti