Insurance Trade

Nuovo protocollo antifrode tra Ivass, Ania e Procure della Repubblica

Stavolta lo sottoscrivono gli uffici di Lecce, Brindisi e Taranto

20/11/2018
Nuovo protocollo d'intesa in materia di frodi assicurative. Ivass e Ania l'hanno firmato con la Procura di Lecce e con le Procure di Brindisi e di Taranto. 

Il protocollo, ultimo di una serie cui l'Ania sta dedicando molto attenzione negli ultimi anni, "disciplina e agevola - secondo quanto si legge in una nota congiunta - la collaborazione e lo scambio d'informazioni tra i soggetti firmatari, al fine di rendere più efficace e tempestiva l'azione di prevenzione e contrasto delle frodi assicurative e di accelerare i tempi della giustizia". 

Le Procure avranno accesso, quindi, alla Banca dati sinistri, all'Anagrafe testimoni e all'Anagrafe danneggiati, mentre Ivass potrà fornire a richiesta le informazioni dell'Archivio integrato antifrode (Aia). Le imprese, dal canto loro, si impegnano ad attivare "uno o più referenti" e ad acquisire e comunicare alle Procure le informazioni di interesse investigativo di cui siano in possesso.  

Secondo Umberto Guidoni, responsabile auto di Ania, "la possibilità per le Procure di accedere alle banche dati dell'Ivass produrrà due effetti positivi: renderà più efficace l'attività antifrode delle imprese e sarà un deterrente per chi vuole intraprendere azioni speculative".
Ivass, infine, plaude all'accordo sottoscritto e "al forte coordinamento tra soggetti pubblici e privati". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti