Insurance Trade

Poche coperture nel mondo

Secondo l’ultimo report dei Lloyd’s, un patrimonio di 163 miliardi di dollari a livello globale resta sotto-assicurato

23/10/2018
Disastri naturali e attacchi cyber costituiscono una minaccia sempre più grande. Eppure, sebbene i rischi siano in aumento, il mondo conta ancora poche coperture. Secondo l’ultimo rapporto A World at risk, pubblicazione periodica curata dai Lloyd’s e dal Centre for economics and business research (Cebr), si stima che un patrimonio complessivo di 163 miliardi di euro a livello globale sia ancora sotto-assicurato. Il risultato è una minaccia significativa ai mezzi di sostentamento e alla prosperità globale.
In Europa la situazione appare leggermente migliore: a fronte di una penetrazione assicurativa che nei paesi industrializzati si attesta infatti al 2,1% del Pil, nel vecchio continente il dato sale 2,9%. Gli scostamenti dalla media risultano tuttavia assai profondi, come testimoniato dal differenziale che separa per esempio i Paesi Bassi, primo paese al mondo per penetrazione assicurativa (7,7% del Pil), dal ben più ristretto 2,1% dell’Italia.
Grande preoccupazione desta la scarsa attenzione mostrata dall’Europa sul fronte del cyber risk. Nel 2016 il tasso di diffusione della cyber insurance si fermava solamente al 30% in Germania e al 36% nel Regno Unito. A pesare, secondo i curatori della ricerca, è la mancanza di una rigida regolamentazione in materia, facendo intendere come la recente introduzione del Gdpr potrà sostenere lo sviluppo del mercato: negli Stati Uniti del Notification Act, introdotto nel 2009, la diffusione di polizze informatiche raggiungeva nel 2016 una diffusione del 55%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti