Insurance Trade

Eiopa, i risultati dello stress test sulle pensioni di categoria

I sistemi pensionistici si sono rivelati relativamente più resistenti a un aumento della longevità rispetto a quanto non lo sono sembrati nei confronti delle avverse condizioni di mercato

26/01/2016
Le pensioni professionali di categoria a retribuzione definita e quelle ibride (retributivo più contributivo) hanno dimostrato una relativa tenuta a una diminuzione permanente del 20% del tasso di mortalità. Allo stesso tempo, però, sono sembrate più sensibili alla caduta dei tassi d’interesse a un aumento dell’inflazione e al calo dei prezzi. Lo ha stabilito Eiopa, che ha comunicato oggi i risultati del primo stress test europeo effettuato sugli enti pensionistici professionali.  Eiopa ha monitorato Austria, Belgio, Cipro, Germania, Danimarca, Islanda, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Regno Unito, ottenendo risultati molto diversificati.  I sistemi pensionistici, in generale, si sono rivelati relativamente più resistenti a un aumento della longevità rispetto a quanto non lo sono sembrati nei confronti delle avverse condizioni di mercato. L’assorbimento degli shock di mercato dipenderà in larga misura da quanto tempo servirà per rientrare dalle passività e dall’efficacia dei meccanismi di mitigazione e recupero in atto in ogni Paese. I risultati dello stress test, evidenzia Eiopa, rivelano una serie di rischi e vulnerabilità che meritano la giusta attenzione da parte dei supervisori nazionali.

"Lo stress test, il primo di questo genere condotto a livello di Unione Europea - ha spiegato Gabriel Bernardino, presidente di Eiopa -, ha approfondito il grado di comprensione delle Autorità di vigilanza riguardo agli impatti futuri che i diversi scenari di stress potranno avere sulla resilienza di questo tipo di previdenza. Dato che le passività legate alle pensioni hanno una natura molto a lungo termine, è importante che i regimi di vigilanza siano pronti ad affrontare le sollecitazioni in modo trasparente, sia attraverso opportuni periodi di recupero, sia attraverso l'aumento dei contributi esterni, per beneficiare di meccanismi di adeguamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti