Insurance Trade

Ivass difende Generali contro S&P

In commissione Industria del Senato, il presidente Salvatore Rossi ha contestato le agenzie di rating

11/12/2013
Il settore assicurativo presenta una "forte solidità patrimoniale". È quanto ha assicurato ieri in commissione Industria del Senato, il presidente dell'Ivass, Salvatore Rossi. Il presidente dell'Autorità di vigilanza ha contestato nello specifico il comportamento di alcune agenzie di rating, come, per esempio, Standard & Poor's, nei confronti delle compagnie italiane. La decisione di S&P di porre Generali nella prospettiva di un declassamento "suscita perplessità - ha detto Rossi - in quanto, se il passivo in Italia di Generali è di circa il 30%, allora l'attivo in Italia deve essere di un apporto corrispondente. Da questo punto di vista le politiche d'investimento delle assicurazioni italiane risultano complessivamente coerenti". Generali investe circa il 24% in titoli di Stato italiani, di cui il 15% è l'incidenza sul totale dell'attivo dei titoli sovrani: "non si può chiedere - ha sottolineato il numero uno di Ivass - uno sbilancio forte, altrimenti si chiede alla compagnia di non essere prudente".
Anche le tempistiche della decisione sono sbagliate, secondo Rossi. "L'annuncio - ha precisato - cade in una fase di costante e significativo miglioramento della valutazione espressa dai mercati sull'affidabilità dei primari gruppi nazionali".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti