Insurance Trade

Automotive, rischi dalla legge di Bilancio

Secondo Anfia, Aniasa, Assofond, Federauto, Motus-E, Ucimu e Unrae l'assenza di misure per la mobilità sostenibile rischia di acuire la crisi del settore

Automotive, rischi dalla legge di Bilancio hp_wide_img
Anfia, Aniasa, Assofond, Federauto, Motus-E, Ucimu e Unrae, cioè gran parte delle associazioni che rappresentano l’automotive in Italia, denunciano la “totale assenza nella legge di Bilancio di misure per affrontare la transizione ecologica ed energetica della mobilità”. 

La mancata previsione di un intervento strutturale nella legge di Bilancio, fanno sapere le associazioni, si somma “all’assenza di misure specifiche nel Pnrr nella componente transizione energetica e della mobilità sostenibile”. 

Queste mancanze rendono più difficile per le persone orientarsi verso l’acquisto di auto e veicoli commerciali a zero (o bassissime) emissioni, aggravando anche una situazione potenzialmente critica dei livelli occupazionali nel settore manifatturiero dell’auto.   

Secondo le associazioni, il piano strategico dovrebbe avere come obiettivi favorire il rinnovo del parco circolante, “ancora tra i più vetusti e meno sicuri e inquinanti d’Europa”; e sostenere la diffusione di veicoli ecologici, “che altrimenti subirà un’inevitabile battuta d’arresto, vanificando il trend positivo innescato negli ultimi anni grazie all’Ecobonus”. 

La richiesta è quindi di “porre rimedio tempestivamente alla totale assenza di politiche per l’automotive in un momento estremamente delicato per il settore, mantenendo fede agli impegni annunciati e dando attuazione alle misure da tempo condivise ed esplicitate in modo unito da tutti gli attori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti