Insurance Trade

Il Covid-19 spinge le polizze viaggio

I timori di ammalarsi, o di dover annullare le vacanze per un improvviso lockdown, fanno valutare a 12 milioni di italiani l'acquisto di un prodotto assicurativo che li tuteli

Il Covid-19 spinge le polizze viaggio hp_wide_img
Secondo l'indagine realizzata per Facile.it da mUp Research e Norstat su un campione rappresentativo della popolazione nazionale, quasi 12 milioni di italiani starebbero valutando l'acquisto di una polizza viaggi

Per Facile.it, il mercato potenziale delle polizze viaggio, con la garanzia Covid-19, supera in Italia i 250 milioni di euro. Quasi il 7% degli italiani che quest’anno partiranno per le ferie ha già sottoscritto una polizza viaggio, si legge nella ricerca, ma il 40% di coloro che si concederanno una vacanza sta comunque valutando di tutelarsi con questa tipologia di assicurazione. 

La paura più sentita tra chi sta pensando alle vacanze estive è un nuovo lockdown che comporti l’annullamento del viaggio; per questo motivo, tra chi sta valutando di tutelarsi con una polizza, quasi sette su 10 vorrebbero una copertura che li protegga proprio da tale evenienza. Non sorprende, poi, che 4,4 milioni di italiani, abbia dichiarato di volersi tutelare con una polizza che rimborsi il viaggio anche in caso di cancellazione per libera scelta. L'altro timore particolarmente sentito è ovviamente contrarre il Covid-19 prima del viaggio: il 41,6% dei rispondenti sta valutando di acquistare una polizza per tutelarsi dalla cancellazione per malattia.   

Ma anche prendere il Covid-19 durante la vacanza fa paura. Questo rischio sembra preoccupare la metà degli intervistati, che vorrebbe per questo sottoscrivere un’assicurazione che offra assistenza sanitaria e rimborsi le eventuali spese mediche durante il viaggio; mentre il 33% sta cercando una polizza che copra i costi extra sostenuti qualora, in caso di quarantena obbligatoria, non fosse possibile rientrare al proprio domicilio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti