Insurance Trade

Ivass invoca "estrema prudenza" sui dividendi

A detta dell'istituto, servono scelte adeguate per gestire le ripercussioni del coronavirus sull'economia

31/03/2020
A seguito dell'elevata volatilità finanziaria generata dalla pandemia di coronavirus, l'Ivass ha chiesto alle compagnie assicurative italiane di adottare estrema prudenza nelle politiche di distribuzione dei dividendi. Come specifica una nota pubblicata ieri sul sito dell'autorità di vigilanza, l'istituto “ha inviato una lettera alle imprese di assicurazione e riassicurazione aventi sede in Italia, chiedendo di adottare, a livello individuale e di gruppo, estrema prudenza nella distribuzione dei dividendi e nella corresponsione della componente variabile della remunerazione agli esponenti aziendali”. Alla base del monito, come accennato, c'è la consapevolezza che “la diffusione della pandemia e i correlati effetti sull'economia italiana rendono prospetticamente incerta l'evoluzione futura dei fattori di rischio cui sono esposte le imprese del settore assicurativo”.
Il monito è pienamente in linea con le raccomandazioni arrivate da Eiopa lo scorso 17 marzo, in cui l'autorità europea, fra le altre cose, invocava prudenza nelle politiche di distribuzione dei dividendi per consentire alle compagnie di “preservare il loro stato patrimoniale”. Il rispetto delle raccomandazioni, conclude la nota dell'Ivass, “sarà oggetto di monitoraggio da parte dell'istituto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti