Insurance Trade

Anagina-Generali Italia, siglato l'accordo dati

Secondo l'associazione degli agenti, l'intesa ha "tratti distintivi rilevanti" rispetto ad altre simili sul mercato

Anagina-Generali Italia, siglato l'accordo dati hp_wide_img
Siglato l'accordo dati tra Generali Italia e gli agenti di Anagina. L’intesa, siglata oggi, 13 luglio, dall’amministratore delegato di Generali Italia, Marco Sesana, e dal presidente della associazione, Davide Nicolao, prevede che entro il 31 dicembre 2021, gli agenti potranno decidere se conservare il ruolo di responsabili nel trattamento dei dati dei clienti oppure diventare contitolari dei dati insieme alla compagnia. 

Secondo Anagina, l'accordo ha "tratti distintivi rilevanti", per esempio il riconoscimento della contitolarità riguarda sia i dati identificativi e di contatto dei clienti sia i dati definiti "funzionali all’attività di distribuzione delle polizze, cioè quelle informazioni che si rendono necessarie al fine di procedere all’attività di distribuzione delle polizze", come i dettagli sulle caratteristiche del cliente e sulla sua situazione economica. Gli agenti saranno contitolari delle informazioni concernenti la tipologia contrattuale, la scadenza, le garanzie prestate e il premio annuale in corso. In caso di risoluzione, per qualsiasi causa, del rapporto di agenzia, i dati potranno continuare a essere utilizzati sia dalla compagnia sia dall’agente, autonomamente.

Per Nicolao, dall’accordo deriveranno maggiori responsabilità e oneri per gli agenti aderenti, ma anche un riconoscimento del ruolo svolto: "un agente imprenditore che, a suo rischio e spese, gestisce la sua azienda, assumendo dipendenti e reclutando personalmente consulenti professionisti di settore, non può che optare per un ruolo diverso da quello di mero responsabile del trattamento dei dati dei suoi clienti", ha sottolineato il presidente. 
"Ci attendiamo una adesione massiva al sistema previsto - ha aggiunto Nicolao - per il quale Anagina sta già approntando il supporto necessario ai propri associati affinché l’esercizio del nuovo ruolo venga svolto con consapevolezza e nel rispetto delle regole vigenti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti