Insurance Trade

Hyperion Insurance, ricavi cresciuti del 51% nel 2013

Il gruppo, presente nel nostro Paese con Dual Italia, ha comunicato i propri risultati finanziari

06/02/2014
Hyperion Insurance, gruppo internazionale di intermediazione assicurativa (presente nel nostro Paese con Dual Italia) ha comunicato i propri risultati finanziari al 30 settembre 2013 (data della chiusura dell'anno fiscale). I ricavi complessivi delle operazioni correnti sono cresciuti del 51% rispetto al 2012, passando da 111 a 166,6 milioni di sterline, contribuendo a un tasso di crescita annuo composto del 35% negli ultimi cinque anni. L'Ebitda, al lordo dei costi legati ad acquisizioni e delle operazioni straordinarie, è cresciuto del 74% attestandosi a quota 35,9 milioni di sterline rispetto ai 20,6 milioni del 2012, contribuendo così a un tasso di crescita annuo composto del 41% negli ultimi cinque anni; il margine sull' Ebitda è pari al 22%, in aumento di tre punti percentuali rispetto al 19% del 2012. La crescita organica dei ricavi è stata del 13%.

Tra le operazioni effettuate nel corso del 2013, il gruppo pone in evidenza, nel campo del broking, l'integrazione di Windsor e Howden, che ha contribuito a una crescita del 108% dei ricavi in Gran Bretagna e del 54% di quegli statunitensi. Per quanto riguarda l'underwritng, Hyperion ricorda l'acquisizione di Pgi commercial inc. (avvenuta appena dopo la conclusione dell'anno fiscale), agenzia indipendente tra i principali player del mercato americano, con una raccolta premi vicina ai 200 milioni di dollari, e che ha portato in dote al ramo sottoscrittivo di Dual diversi prodotti assicurativi, oltre a un importante riequilibrio geografico. Lo scorso anno dissi che il 2012 fu per noi una pietra miliare - ricorda il ceo di Hyperion, David Howden (nella foto) - . È stato l'anno in cui il nostro gruppo compiva 18 anni e completava la sua maggiore acquisizione, varcava la soglia dei 100 milioni di sterline di fatturato e vinceva il suo secondo Queen's Award for International Trade. Il 2013 - conclude Howden - è stato a sua volta un anno da record, un anno di investimenti in preparazione della nostra prossima fase di crescita".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti