Insurance Trade

Sna scrive al Gagi riguardo al fondo pensioni del gruppo

Il Sindacato nazionale agenti ha inviato una lettera chiedendo alcune spiegazioni riguardo la decisione di sciogliere lo strumento pensionistico degli intermediari di Generali Italia

14/12/2020
Con una lettera che ha per oggetto Liquidazione del Fondo pensione Gruppo agenti Generali Italia, lo Sna chiede alcune spiegazioni al Gagi e ai responsabili dello stesso fondo pensione riguardo allo "scioglimento del Fondo", nelle modalità che si apprendono proprio dalla lettera del Sindacato nazionale agenti.

"Abbiamo appreso che - scrive Sna -, con lettera inviata ai pensionati nel mese di ottobre 2020, il Fondo pensione Gruppo agenti Generali Italia ha comunicato di aver 'deliberato in merito allo scioglimento del Fondo'".
Il motivo sarebbe "l'impercorribilità dell’ipotesi di gravare gli aderenti degli oneri (quantificati in circa 200mila euro) necessari per gli adempimenti conseguenti all’entrata in vigore delle disposizioni relative all’adeguamento alla normativa Iorp II".
Secondo quanto scrive Sna, ai pensionati del gruppo sono state quindi prospettate due alternative: un capitale una tantum, oppure la trasformazione dell'attuale pensione "in una rendita immediata da costituire mediante una polizza da sottoscrivere con la compagnia Generali Italia".

A seguito delle segnalazioni arrivate al sindacato da alcuni iscritti al fondo, Sna esprime "sorpresa e preoccupazione per la mancanza di informazioni" e chiede chiarimenti su "alcuni aspetti relativi all’operazione deliberata, nonché alla situazione finanziaria del Fondo". 
Sna, pertanto, nella lettera inviata, chiede di chiarire quali conseguenze avrebbe lo scioglimento del fondo sulle prestazioni attese dagli iscritti attivi; in che misura le due opzioni proposte ai pensionati saranno penalizzanti; perché si preferisce "lo scioglimento del Fondo e la modifica sostanziale delle prestazioni", invece che far pagare ai pensionati oneri amministrativi; quali iniziative siano state adottate per affrontare lo squilibrio prospettico del bilancio tecnico e come il fondo ha risposto a seguito dell'ispezione della Covip del 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti