Insurance Trade

Itas, votate le nuove norme dello statuto

Termina con un'approvazione all'unanimità il percorso di revisione iniziato quest'anno con l'introduzione della figura dell'amministratore delegato

30/11/2018
Nell'assemblea dei delegati di Itas, la mutua con sede a Trento ha discusso e approvato le modifiche allo statuto sociale. Le principali modifiche approvate dall'assise riguardano il sistema della rappresentatività dei soci e dei delegati dei soci assicurati che, si legge nella nota di Itas, "tramite una precisa definizione dei metodi per l'individuazione dei Territori elettorali, porterà ad avere un numero di delegati coerente all’apporto al Fondo di garanzia di quelle particolari aree geografiche". 

I delegati, quindi, saranno nominati in apposite assemblee parziali che costituiranno un nuovo strumento a disposizione di tutti i soci per partecipare attivamente, eleggendo i propri delegati provvisti di specifici requisiti e valutati direttamente dalla compagnia. Il Trentino Alto-Adige, per esempio, essendo il territorio d’origine di Itas, guadagnerà altri 10 delegati. Il cda di Itas proporrà ogni anno all'assemblea i benefici di mutualità verso i soci assicurati, in modo da garantire "la massima trasparenza nel rapporto Itas-socio". 

Quello di ieri è stato l'ultimo passo di un percorso di modifica dello statuto iniziato a marzo con l'introduzione della figura dell’amministratore delegato. "Grazie a queste modifiche – ha spiegato il presidente, Fabrizio Lorenz –, la nostra mutua si evolve in una forma più moderna, al passo con le nuove sfide del mercato assicurativo. Le peculiarità della nostra compagnia quindi non solo vengono salvaguardate, ma si rafforzano con l'obiettivo di tutelare le esigenze di tutti i soci assicurati che sono, da sempre, il fine ultimo a cui tende l'azione, non solo assicurativa, della nostra compagnia". 
Il nuovo statuto è stato votato all'unanimità e sarà inviato a Ivass per il nulla osta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti