Insurance Trade

I terremoti fanno tremare il bilancio di Munich Re

I danni record nel 2011 pesano sul colosso tedesco

I terremoti fanno tremare il bilancio di Munich Re hp_stnd_img
Un anno di ingenti catastrofi ambientali fanno esplodere il consuntivo di Munich Re, la storica compagnia tedesca di riassicurazione. Dal bilancio del gruppo emerge che il totale danni del 2011 si attesta a circa 380 miliardi di dollari, due terzi in più rispetto alla cifra record del 2005 che fu pari a 220 miliardi.

Abbiamo dovuto fare i conti con eventi che si ripetono una volta ogni 1.000 anni e, a certe latitudini, anche di più - ha detto Torsten Jeworrek, membro del board e responsabile del settore riassicurazione di Munich Re - noi siamo pronti comunque per situazioni estreme".

Nel dettaglio il terremoto in Giappone e il conseguente tsunami costa fino a 40 miliardi dollari, mentre quello in Nuova Zelanda 13 miliardi. Seguono poi le inondazioni in Thailandia, terzo evento più costoso pari a circa 10 miliardi di dollari. Altre catastrofi, incluso l'uragano Irene, hanno causato 7 miliardi di perdite assicurate. Le forti tempeste e i tornado negli Stati Uniti del mese di aprile, costano a Munich Re ben 7,3 miliardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti