Insurance Trade

Unit linked più flessibili e controllate con gli automatismi Aviva

Cinque Automatic Switch Plans per movimentare il portafoglio e gestire i rischi

02/10/2012
Aviva ha studiato nuovi strumenti di gestione e mitigazione del rischio per uno dei suoi segmenti core: le unit linked. Si chiamano Automatic Switch Plans (Asp) e sono automatismi finanziari opzionali che consentono una maggiore copertura nella selezione dei fondi che costituiscono l'asset allocation del cliente limitando i possibili rischi legati alla volatilità dei mercati.

I servizi sono cinque - data target, rebalancing, stop loss trend, take profit e downtrend opportunity - ognuno con caratteristiche specifiche per rispondere ad un più ampio spettro di esigenze.

Ad esempio data target" prevede l'attivazione di switch automatici prestabiliti, per disinvestire gradualmente il capitale investito in un fondo e reinvestirlo gradualmente in un altro; "rebalancing" punta invece a riallineare l'esposizione al rischio di un portafoglio di fondi attraverso l'attivazione di switch automatici che ribilancino, ad ogni ricorrenza semestrale, l'esposizione percentuale sui fondi, ripristinando i pesi percentuali sulla base dell'ultima suddivisione del capitale investito.

Limitare la perdita sopportabile su un fondo è lo scopo finanziario di "stop loss trend", monitorandone l'andamento, al verificarsi di eventuali trend di perdita, vengono disinvestite tutte le quote del fondo. Come suggerisce il nome invece "take profit" è l'opzione che consente di consolidare le plusvalenze ottenute in un fondo (una volta raggiunta una percentuale prestabilita) spostandole su un altro con una rischiosità inferiore.

Infine il servizio "downtrend opportunità" permette al cliente di acquistare fondi a rischio elevato quando i prezzi sono in un trend di ribasso: monitorando le eventuali perdite di un fondo di interesse, al verificarsi di una percentuale selezionata, effettua il disinvestimento di parte delle quote del fondo detenuto verso quello che ha fatto registrare la perdita, al fine di sfruttare l'opportunità di acquisto di più quote ad un valore minore.

Tutte e cinque le opzioni sono attivabili e disattivabili più volte, rispondendo sia alle istanze di coloro che desiderano movimentare il proprio portafoglio frequentemente ed automaticamente sia di chi è interessato ad una gestione dei rischi il più possibile controllata.

I primi a poter usufruire di questi nuovi strumetni saranno i clienti di Ubi Banca Private Investment, ma l'intenzione della compagnia britannica è di estenderli quanto prima alle altre reti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti