Insurance Trade

Axa Italia prepara un nuovo modello di lavoro

Il gruppo assicurativo ha inaugurato un progetto per definire una “new way of working”

Axa Italia prepara un nuovo modello di lavoro hp_wide_img
Il gruppo Axa Italia si prepara a inaugurare un nuovo modello di lavoro. La società, che nel 2016 ha adottato lo smart working, ha annunciato di aver lanciato un progetto volto a stabilire quella che in una nota stampa è stata definita una “new way of working”.

Nel dettaglio, secondo quanto si legge nel comunicato stampa, è stata da poco conclusa la prima fase engagement dei collaboratori “con un primo questionario per identificare in ottica di self assesment il proprio essere smart nei modi di lavori”.

Entrerà invece nel vivo a breve la fase co-design, in cui i collaboratori, attraverso workshop e survey tematiche, avranno la possibilità di manifestare le proprie necessità e di definire alcuni punti delle linee guida che sarà prese in considerazione nella definizione del nuovo modello di lavoro.

La fase change avrà infine inizio dopo l’estate e prevede “la costruzione dei team agreements, le regole del gioco che definirà ciascun team sulla base delle esigenze dei propri clienti, dei colleghi e delle singole persone”.

“In questi ultimi anni abbiamo vissuto due rivoluzioni nel nostro modo di lavorare: una prima rivoluzione scelta da noi sei anni fa inventando un modello distintivo di smart working, e un’altra imposta con l’arrivo della pandemia”, ha osservato Simone Innocenti (nella foto), direttore HR, organization & change management di Axa Italia. “Entrambe ci hanno permesso di rendere concreta la nostra cultura della fiducia e della responsabilizzazione delle persone, superando il concetto di un unico spazio lavorativo, e di dimostrare di saper raggiungere grandi risultati anche lavorando in luoghi diversi: ora – ha aggiunto – lavoriamo tutti insieme alla terza rivoluzione, per creare un’esperienza unica per ciascuno di noi, costruita in funzione di obiettivi ma anche di come si è come persone”.

Il percorso, specifica la nota, non si esaurirà con la definizione del nuovo modello di lavoro: alla base del nuovo approccio ci sarà infatti “un principio chiave di monitoraggio costante e potenziale adattamento per far evolvere il proprio modo di lavorare, in ottica di personalizzazione continua, per rispondere sempre al meglio a tutte le potenziali esigenze, dei collaboratori e dei clienti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti