Insurance Trade

Axa Italia è già al lavoro sulla Fase 3

Tra le iniziative, lo smart working esteso fino a settembre e test sierologici gratuiti per i dipendenti e i loro familiari

08/06/2020
Axa Italia è già al lavoro sulla Fase 3 con nuove iniziative che, spiega una nota della compagnia “mettono ancora al centro la salute e il benessere psicofisico delle persone e servizi innovativi per gestire al meglio il rientro in azienda”.
La compagnia ha scelto di prolungare lo smart working almeno fino al 15 settembre, consentendo nel frattempo la riorganizzazione della vita familiare e lavori di adeguamento delle sedi, così da garantire il distanziamento attraverso una nuova disposizione degli spazi.
Axa Italia, inoltre, ha annunciato l’introduzione su base volontaria per tutti i circa 1.800 dipendenti, di test sierologici “tra i più attendibili e qualificati presenti sul mercato”, grazie alla collaborazione con Cidimu, facendo leva sul centro diagnostico Crp-Axa e sulle strutture convenzionate SynLab. L’opportunità riguarda anche i famigliari eventualmente inclusi nella copertura sanitaria dei dipendenti.
Inoltre in questa fase di lavoro da remoto, sia i dipendenti che gli agenti Axa possono continuare a usufruire di uno sportello di counselling virtuale con esperti psicologi e di formazione a distanza con oltre 15mila corsi gratuiti, lezioni di yoga e corsi di mindfulness. Da settembre, inoltre, per facilitare la vita a casa e in ufficio, sono previste nuove iniziative: sessioni di rilassamento fisico e mentale alla scrivania per gestire l’eventuale stress e l’ampliamento della scelta di servizi welfare, in ottica di fornire un sostegno anche pratico alle famiglie.
Saranno poi messi a disposizione dispositivi digitali per la gestione dei flussi in ingresso in ufficio e accordi con società di bike sharing per favorire la mobilità sostenibile e la riduzione dell’uso dei mezzi pubblici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti