Insurance Trade

Future at Lloyd’s entra nel vivo

È pronta la consegna della prima fase della trasformazione del mercato londinese, con un grande investimento nella piattaforma di collocamento elettronico e con il primo progetto pilota di scambio di rischi

02/03/2020
I Lloyd’s hanno reso pubblici i piani di execution relativi alla prima fase di Future at Lloyd’s. Con questa iniziativa, presentata nel maggio del 2019, la corporation londinese ha la dichiarata ambizione di diventare “il più avanzato marketplace assicurativo al mondo”. La pubblicazione del piano è avvenuta nell’ambito del Blueprint One, un progetto i cui dettagli svelano le misure che di volta in volta verranno messe a disposizione dei clienti e dei partecipanti al mercato nel corso dell’anno. “Questo aggiornamento – spiega una nota – conferma le priorità per il 2020 e i piani dettagliati per la fase 1 dell’iniziativa, che inizierà a marzo”. I Lloyd’s hanno anche confermato che la corporation prenderà una quota del 40% nella piattaforma di collocamento elettronico (Ppl, London market’s electronic placing platform) del mercato di Londra, che farà parte della nuova complessa piattaforma di rischio. L’aggiornamento conferma anche che il primo progetto pilota di scambio di rischi dei Lloyd’s sarà testato nel 2020, collegando i portali di e-trading di broker e assicuratori.

Le priorità per il 2020


“Riconoscendo la complessità della realizzazione dei suoi ambiziosi piani – si legge in una nota – i Lloyd’s hanno trascorso il periodo di transizione lavorando con le parti interessate per stabilire le priorità e pianificare i flussi di lavoro che creino le basi per The Future at Lloyd’s”. Questa fase di transizione si è ora conclusa, e il progetto ora poggia su una base sufficientemente solida per passare alla prima parte di consegna. Lloyd’s ha anche assicurato i finanziamenti per la fase 1 del programma durante la transizione, nonché la creazione della struttura di governance e la formazione dei team di consegna. I Lloyd’s, inoltre, hanno confermato il proprio impegno a dare priorità alla consegna nel 2020 “delle soluzioni che offrono il massimo beneficio ai principali stakeholder e clienti e che generano valore tangibile”. Tra queste, vengono citati “l’investimento e lo sviluppo della piattaforma di collocamento elettronico, di prossima generazione; una nuova soluzione digitale per le attività di copertura assicurativa nell’ambito dello scambio di rischi dei Lloyd’s che renderà più rapido e facile associare il capitale al rischio; e il miglioramento del processo nei claims, con delle soluzioni automatizzate pilota”.

Un portale per i talenti

Parallelamente alle priorità per il 2020, i Lloyd’s continueranno a sviluppare le idee esposte nel Blueprint One che entreranno in funzione nel 2021. Tra queste sono citate “un prototipo della versione data first della complessa piattaforma di rischio, nuove opportunità di investimento di capitale, anche attraverso il framework Syndicate-in-a-box, e l’impegno per il cambiamento culturale in atto. Per rispondere “alla forte domanda di forme di coinvolgimento” che sono arrivate dal mercato, i Lloyd’s hanno anche lanciato un portale online dedicato ai talenti che fornisce i dettagli delle opportunità full e part-time per prendere parte alla trasformazione digitale dei Lloyd’s. Il ceo dei Lloyd’s, John Neal, si è detto “entusiasta dei progressi che abbiamo fatto durante la transizione. Ora – ha aggiunto – siamo pronti per iniziare a costruire Future at Lloyd’s, avendo raggiunto tre obiettivi  principali: garantire l’aspetto finanziario, impostare la struttura di governance e dettagliare il piano per i prossimi 12 mesi e oltre”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti