Insurance Trade

Mauro Dotti entra nel cda e nel comitato esecutivo di Acros Broker

Il manager, con una lunga esperienza nel settore assicurativo, è stato precedentemente in Marsh e Inser

01/02/2021
Mauro Dotti (nella foto) entra nel cda e nel comitato esecutivo di Acros, consolidata realtà italiana del brokeraggio assicurativo con sede a Verona. La nomina è stata ufficializzata oggi, lunedì primo febbraio, dal cda di Acros, presieduto da Arnaldo Bergamasco.
Classe 1959, di origine bresciana, Dotti è un manager di grande esperienza e un profondo conoscitore del mercato del brokeraggio assicurativo. Dopo le prime esperienze lavorative in alcune realtà industriali e un periodo all’interno della rete commerciale bresciana di Sai, nel 1986 entra in Marsh & McLennan come account executive. L’esperienza maturata nella gestione di clienti di rilievo sia del settore pubblico che privato gli garantisce incarichi di crescente responsabilità all’interno del gruppo. Nel 2000 assume l’incarico di office manager di Brescia, dove ottiene importanti risultati che lo porteranno nel 2007 a ricoprire il ruolo di hub manager di Marsh Italia, prima di decidere di intraprendere una nuova esperienza professionale che lo porta nel 2008 a diventare direttore generale di Inser Spa, una delle più importanti società di brokeraggio attive nel nord-est d’Italia.
“Sono molto onorato per l’incarico che mi è stato affidato – commenta Dotti – in un momento storico così delicato, ma che presenta anche molte possibilità di crescita se oltre al digitale rimettiamo al centro della domanda il fattore umano. Mi ha convinto subito la chiarezza del progetto di Acros e la lungimiranza del suo presidente: gestire il cambiamento, la governance e dare continuità generazionale ad Acros anche con l’arrivo di un manager esterno. Individuare i rischi e strutturare soluzioni cautelative su misura. Cambiano gli strumenti, le tecnologie e i rischi – evidenzia Dotti – ma questo è da sempre e resterà il nostro compito e il nostro impegno è di essere sempre squadra, rafforzando le qualità del singolo attraverso le competenze, la formazione e la propensione a crescere, per continuare a essere partner dei nostri clienti”.
L’arrivo di un manager di grande esperienza come Mauro Dotti, sottolinea un comunicato di Acros, “riafferma la volontà di consolidare e rafforzare la governance della società in un momento particolarmente delicato e di grandi cambiamenti, che inciderà in maniera strutturale sul mondo dell’intermediazione”. Negli ultimi due anni, dopo la separazione dal socio romano Italfi, “abbiamo realizzato tutti gli obiettivi che ci eravamo posti – spiega il presidente Arnaldo Bergamasco – ma ora siamo pronti ad alzare ulteriormente l’asticella. L’ingresso di Mauro Dotti sarà di grande aiuto per proseguire il nostro percorso di crescita e consolidamento sul mercato. Siamo convinti che il broker continuerà a essere una figura insostituibile ancora per moltissimo tempo, nonostante la rapida evoluzione del mercato. Ci attende una sfida principalmente culturale, dove sarà necessario ridisegnare il progetto aziendale in maniera coerente con la propria storia e la propria filosofia, in modo da garantire alla società un posizionamento stabile. Anche in questo senso –conclude Bergamasco – l’esperienza di Mauro Dotti sarà fondamentale per leggere le varie dinamiche del mercato, delineare i migliori scenari di valorizzazione e, sul lungo periodo, accompagnare Acros verso un cambio generazionale senza scosse”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti