Insurance Trade

Vigilanza Europa, bene il voto del parlamento

Insurance Europe plaude all'accordo votato dall'assemblea continentale che riorganizza le autorità di controllo, lasciando sostanzialmente a Eiopa lo status attuale

17/04/2019
Il Parlamento europeo ha votato l'accordo raggiunto tra le istituzioni dell'Unione in merito alla revisione del sistema di vigilanza finanziaria. Il comparto dei rischi accoglie con favore il risultato del voto, come ha sottolineato da Olav Jones, vice direttore generale di Insurance Europe: "l'accordo raggiunto – ha detto – contribuirà a mantenere Eiopa come un supervisore forte e indipendente per il settore assicurativo europeo, preservando anche l'importante ruolo delle autorità nazionali".  

Il consiglio di amministrazione di Eiopa rimarrà il principale organo decisionale e l'attuale board sarà mantenuto. Ciò, secondo la federazione, garantirà alle autorità di vigilanza nazionali l'ultima parola sulle decisioni che le riguardano direttamente. Insurance Europe è soddisfatta anche del fatto che Eiopa potrà istituire direttamente delle inchieste per affrontare le violazioni del diritto comunitario e affrontare i casi di controversie transfrontaliere.  
Bene anche che le autorità di vigilanza nazionali rimangano responsabili della supervisione dei modelli interni delle compagnie, mentre Eiopa potrà, se richiesto da un regolatore di un Paese specifico, fornire consulenza tecnica e aiutare a risolvere eventuali disaccordi. 

Per quanto riguarda la disciplina degli stress test, è stato confermato che l'autorità europea non potrà richiedere la divulgazione dei risultati individuali alle singole imprese. L'attività di stress test biennale identifica gli sviluppi avversi del mercato e una disclosure individuale sarebbe fonte di potenziale confusione. Solvency II, argomenta Insurance Europe, è progettato e calibrato per scopi di solvibilità e, del resto, le informazioni delle singole società su cui il regime regolamentare si basa sono già pubbliche al momento del lancio di uno stress test.  
Infine, il ruolo dell'Autorità bancaria europea è rafforzato in relazione alla vigilanza antiriciclaggio per tutte le istituzioni finanziarie, ma l'Eiopa ha avuto comunque un ruolo nel processo decisionale del comitato interno: questo contribuirà a garantire che la natura specifica dell'assicurazione sia sempre tenuta in considerazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti