Insurance Trade

Rca obbligatoria anche per le auto ferme da anni in garage

Le vetture inutilizzate e parcheggiate in terreni privati vanno assicurate. Lo ha stabilito la Corte Ue in una sentenza relativa a un caso avvenuto in Portogallo

05/09/2018
Un veicolo che non sia stato ritirato ufficialmente dalla circolazione e che sia idoneo a circolare deve essere coperto da un’assicurazione responsabilità civile anche se il suo proprietario, non avendo più intenzione di guidarlo, ha scelto di lasciarlo stazionato su un terreno privato. Lo ha stabilito la Corte di Giustizia dell’Unione Europea in una sentenza pubblicata il 4 settembre, riferita a un episodio avvenuto in Portogallo. Il caso riguarda la signora Alina Antonia Juliana, proprietaria di un autoveicolo che per ragioni di salute aveva cessato di guidare, lasciandolo stazionato nel cortile di casa senza avviare il procedimento per il ritiro ufficiale dalla circolazione e senza quindi rinnovare la polizza Rc auto.
Nel novembre 2006, il figlio della signora Juliana ha preso possesso del veicolo senza l’autorizzazione e all’insaputa della madre. Il veicolo è uscito di strada, causando il decesso del figlio della signora Juliana e quello di altre due persone che si trovavano a bordo come passeggeri. Il Fondo portoghese di garanzia automobilistica ha indennizzato gli aventi diritto e ha chiesto il risarcimento (circa 500mila euro) alla signora che non aveva l’auto assicurata. La quale si è opposta, non ritenendosi responsabile dell’incidente. Ma la Corte europea ha respinto le sue motivazioni, stabilendo che “l’organismo di indennizzo nazionale può rivalersi contro chi non ha assolto a tale obbligo, anche se non è civilmente responsabile dell’incidente”. Ma soprattutto, secondo la Corte Ue, "la conclusione di un contratto di assicurazione della responsabilità civile autoveicoli è obbligatoria qualora il veicolo, pur trovandosi stazionato su un terreno privato per sola scelta del suo proprietario che non ha più intenzione di guidarlo, sia tuttora immatricolato in uno Stato membro e sia idoneo a circolare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti