Insurance Trade

Pog, Insurance Europe chiede maggior attenzione

In risposta alla consultazione degli atti delegati della Commissione Europea, gli assicuratori richiamano le istituzioni e il regolatore, tra le altre cose, all'applicazione concreta del principio di proporzionalità

31/08/2017
Insurance Europe ha risposto alla pubblica consultazione indetta dalla Commissione Europea sul draft degli atti delegati che riguardano il Pog, cioè la product oversight governance, e i prodotti di investimento con sottostante assicurativo, cioè i cosiddetti Ibip.

La federazione europea accoglie con favore i miglioramenti apportati dalla Commissione rispetto alle  proposte formulate dal consiglio tecnico di Eiopa, ma avverte che dovrebbero essere presi in considerazione ulteriori cambiamenti. Per esempio, fa sapere Insurance Europe, in materia di proporzionalità, principi applicativi e, in particolare riguardo al Pog, le caratteristiche di vendita dei prodotti da parte degli intermediari al di fuori del mercato (target) di riferimento. 

Se da un lato, gli assicuratori plaudono alla possibilità che i distributori possano vendere prodotti al di fuori del target previsto, quando questo è giustificato da una situazione particolare, dall'altro è importante che i consumatori rimangano sempre liberi di acquistare prodotti assicurativi che soddisfino le loro esigenze individuali e le loro necessità, anche se questi contratti ricadono fuori dall'elenco di prodotti che si presume a priori più adatto a quel target di clientela. 

Altra questione importante è la proporzionalità. Insurance Europe invita la Commissione a garantire un maggior riconoscimento di questo principio negli atti delegati definitivi. Si tratta di un principio chiave, dicono gli assicuratori europei, in particolare perché molti distributori sono piccole e medie imprese e, in alcuni casi, sono queste gestite da una sola persona fisica e giuridica: l'attuazione pratica del principio di proporzionalità, per queste ragioni, deve essere attentamente considerata e riflessa negli atti delegati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti