Insurance Trade

Clima, 32 vittime nel 2018

A tanto ammonta il bilancio dei 148 eventi atmosferici estremi che hanno investito l’Italia nell’anno appena concluso

07/01/2019
Il cambiamento climatico ha mietuto 32 vittime in Italia nel 2018. Nell’anno più caldo per il nostro Paese dal 1800, lungo tutta la penisola si sono registrati 148 eventi climatici estremi come piogge intense, allagamenti, esondazioni fluviali, trombe d’aria, ondate di caldo estremo e siccità. Evidenze che mostrano in maniera sempre più chiara quanto il clima stia cambiando rapidamente. E che trovano conferma nel rapporto 2018 – Cronaca di un’emergenza annunciata, realizzato da Legambiente in collaborazione con il gruppo Unipol.
Un titolo non casuale, visto che i numeri del 2018 appaiono in linea con quanto registrato negli anni precedenti. Dal 2010 si sono infatti contati 437 eventi estremi che hanno coinvolto 264 comuni e hanno causato la morte di oltre 189 persone. Altre 45mila sono state costrette a evacuare le proprie abitazioni a seguito di eventi come frane e alluvioni.
Fra gli eventi più rilevanti, il rapporto ricorda la siccità record che si è registrata a inizio anno nel Centro-Sud, la sempre più alta frequenza di trombe d’aria, le esondazioni fluviali che si sono verificate in Sardegna, e le colate di acqua e fango che si sono verificate in varie regioni d’Italia.
La ricerca sottolinea l’importanza di interventi profondi per l’adattamento e la resilienza agli effetti del cambiamento climatico. “Occorre dar avvio a interventi rapidi e politiche di adattamento a partire dai grandi centri urbani attraverso nuove strategie e adeguate risorse economiche”, ha commentato Edoardo Zanchini, vice presidente di Legambiente”. Ecco allora emergere la necessità di buone pratiche che possano dare l’esempio e favorire una positiva inversione di tendenza. Come nel caso della ventilata riapertura dei Navigli a Milano, progetto che, oltre ad avere ripercussioni positive in termini di paesaggistica e turismo, potrebbe consentire un miglior riequilibrio idraulico del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti