Insurance Trade

Sanzioni, in sei mesi 784 ordinanze

Secondo l'istituto di vigilanza, ammontare complessivo di oltre 4,6 milioni di euro

Sanzioni, in sei mesi 784 ordinanze hp_wide_img
Ben 784 ordinanze di ingiunzione per un ammontare complessivo di oltre 4,6 milioni di euro. Sono i numeri, pubblicati ieri dall’Ivass, delle sanzioni pecuniarie amministrative irrogate alle imprese di assicurazione nel primo semestre dell’anno. Stando ai dati del periodico bollettino, l’Rc auto raccoglie il maggior numero di violazioni: 711 provvedimenti (90,7% del totale) per un ammontare cumulato di oltre 3,2 milioni di euro. L’importo medio della sanzione si attesta a 4.515 euro. Gli altri rami totalizzano invece 73 ordinanze di ingiunzione e un ammontare complessivo di 1,4 milioni di euro: l’importo medio, in questo caso, si ferma a 19.368 euro.
A livello di singole imprese, il maggior numero di sanzioni cade in capo a UnipolSai: la compagnia bolognese raggiunge quota 153 ordinanze, seguita da Generali Italia (150) e Allianz (78). Stessi protagonisti, ma ordine diverso, per quanto riguarda l’importo: in questo caso, Generali Italia si pone in vetta alla graduatoria con oltre un milione di euro, UnipolSai scivola al secondo posto con 892 mila euro e Allianz si mantiene al terzo posto con 331 mila euro.
Podio rivoluzionato se si considera il dato del numero di ordinanze per milione di premi: in questo caso, a guidare la classifica è Ima Italia Assistance, con un tasso di 0,6472. Chiudono il podio due imprese straniere: Donau Versicherung e Probus Insurance Company, rispettivamente a quota 0,3776 e 0,1892. Graduatoria simile per gli importi per milione di premi: Donau Versicherung si pone in vetta con 2.669 euro, davanti a Ima Italia Assistance (2.589 euro) e Helvetia Italia (543 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti