Insurance Trade

Business interruption, il rischio più temuto dalle aziende mondiali

È quanto emerge dall'ultimo l'Allianz risk barometer

13/01/2016
Per il quarto anno consecutivo è l'interruzione delle attività (Business interruption) a confermarsi al primo posto tra i rischi più sentiti dalle aziende di tutto il mondo: a identificarla come principale minaccia è il 38% del campione.  Questo è ciò che emerge dall'ultimo Allianz risk barometer, 5° sondaggio annuale sui rischi aziendali pubblicato da Allianz global corporate & specialty (Agcs), che ha contattato oltre 800 risk manager ed esperti nel campo assicurativo di più di 40 Paesi.
Nuovi rischi iniziano a emergere dall'evoluzione del mercato (34%) e dagli incidenti informatici (28%), minacce che appaiono per la prima volta fra i tre principali rischi a livello mondiale; a questi si aggiungono l'instabilità geopolitica e i guasti IT.
Secondo il rapporto di Agcs, gli incidenti informatici sono aumentati di ben 11 punti percentuali rispetto all'analisi precedente, cinque anni fa erano considerati come fattore di rischio da appena l'1% degli intervistati, contro l’attuale 28% e sono indicati come la principale minaccia, per le aziende, nei prossimi dieci anni.
Le catastrofi naturali, invece, perdono due posizioni rispetto alla scorsa rilevazione, classificandosi al quarto posto: questo riflette il fatto che, nel 2015, le perdite dovute a disastri naturali hanno raggiunto il loro livello minimo dal 2009.




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti