Insurance Trade

Il dentista costa troppo, gli italiani rinunciano alla prevenzione

Secondo l'osservatorio Unisalute, oltre la metà non ha fatto un controllo nell’ultimo anno

09/05/2012
Una recente indagine dell'osservatorio sanità di Unisalute, la compagnia del gruppo Unipol specializzata in assistenza e assicurazione sanitaria, rileva che il 51% dei nostri connazionali non si è mai recato dal dentista negli ultimi 12 mesi. Di questi, il 32% ha specificato che lo farà solo nel caso in cui dovesse insorgere un forte dolore. Una percentuale che sale al 43% tra i cittadini del sud Italia. Ma quali sono le motivazioni? Uno su dieci sostiene che le cure richiedano spese troppo ingenti, e la percentuale sale al 15% nel campione di intervistati tra i 30 e i 34 anni.

A conferma dell'attenzione ai costi, tra il 49% di previdenti che effettuano almeno un controllo annuale, il 9% dichiara di averlo fatto durante il mese della prevenzione gratuita, approfittando quindi di un'occasione per risparmiare. Insomma, per gli italiani le spese dentistiche sono soprattutto un problema di soldi, per questo interrogati sulle visite mediche a cui rinuncerebbero a causa dei costi, il 35% indica proprio le cure odontoiatriche. 

E sempre questa preoccupazione è ulteriormente ribadita da un'altra domanda dell'indagine, quella riguardante le voci di costo di alcune delle più comuni prestazioni dentistiche. Dalle risposte emerge che quasi l'80% conosce i prezzi per la cura di una carie, così come per pulizia ed estrazione di un dente e solo il 21% ammette di non esserne informato.

L'Associazione Nazionale Dentisti Italiani fa sapere che dopo il calo registrato nel 2010 di 2,5 milioni di visite, per l'anno appena trascorso prevede una ulteriore flessione del 46% nei ricavi professionali. In un contesto così critico fa riflettere il fatto che solo l'1 % effettua le cure dentistiche tramite un'assicurazione sanitaria, evidenziando come ad oggi pochissimi la percepiscono come una soluzione al problema. 

Per cercare di arginare i costi e soprattutto non correre il rischio di pagare ancora di più per cure già ritenute care, gli italiani ricorrono ai forum on line. Il dato arriva dall'analisi periodica del web effettuata dallo stesso osservatorio UniSalute su vari forum che si occupano di tematiche salute: la ricerca ha rilevato che molti utenti si rivolgono a questi spazi di condivisione per avere informazioni su prestazioni di qualità a costi contenuti e confrontare i vari preventivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti