Insurance Trade

Perquisizioni nelle sedi di Fonsai a Torino, Milano, Bari e Napoli

Salvatori Ligresti ascoltato per due ore dal pm Luigi Orsi sul patto con Mediobanca

Perquisizioni nelle sedi di Fonsai a Torino, Milano, Bari e Napoli hp_stnd_img
La guardia di finanza di Torino ha effettuato perquisizioni nelle sedi italiane di Fonsai a Torino, Milano, Bari e Napoli. L'operazione allo scopo di scoprire presunte manomissioni informatiche nella gestione dei sinistri, nell'ambito dell'inchiesta aperta la scorsa estate dalla procura di Torino per falso in bilancio. Il periodo in questione sarebbe dal 2008 al 2011. Gli indagati sono otto, tra ex manager e consiglieri, oltre che alla stessa Fonsai come persona giuridica.

Intanto a Milano è stato interrogato ieri per oltre due ore Salvatore Ligresti, ex plenipotenziario Fonsai. Il pubblico ministero di Milano Luigi Orsi ha aperto da mesi un'inchiesta sul presunto patto tra Mediobanca e Ligresti per assicurare all'ingegnere di Paternò una buonuscita di 45 milioni di euro in cambio della non opposizione all'operazione di fusione tra Premafin, Fonsai, Milano e Unipol. Ligresti è indagato per aggiotaggio e ostacolo agli organi di vigilanza. Al centro dell'attenzione del pm Orsi ci sono comunque altre attività del gruppo, in particolare i trust esteri che sarebbero ricollegabili a Salvatore Ligresti. 

Nel pomeriggio di oggi invece è stato sentito per poco meno di due ore da Orsi, l'ex amministratore delegato di Generali Giovanni Perissinotto. Il manager risulta persona informata sui fatti nell'ambito dell'inchiesta della procura sulla operazione tra Premafin-Fonsai e Unipol. Le domande a Perissinotto hanno riguardato, stando ad alcune agenzie di stampa, anche la lettera da lui inviata al cda di Generali, nella quale avanzava riserve sulla fusione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti