Insurance Trade

L’Ania sbarca nella Silicon Valley

L’associazione degli assicuratori italiani ha annunciato la creazione di un proprio Innovation Outpost a San Francisco

L’Ania sbarca nella Silicon Valley hp_wide_img
L’Ania ha annunciato di aver attivato “un punto privilegiato di connessione” con il Mind the Bridge Innovation Center di San Francisco, comunicato ieri in occasione dell’apertura dello Scaleup Summit Silicon Valley.

L’apertura di un avamposto di osservazione in quello che è unanimemente considerato l’epicentro globale dell’innovazione tecnologica ha l’obiettivo di “identificare e indirizzare i trend innovativi che impattano sul comparto assicurativo – spiega una nota di Ania – e di seguire e stimolare gli sviluppi della rivoluzione tecnologica e digitale del settore: dalla convergenza dei mercati alle sfide competitive che arrivano dai giganti tecnologici, da nuovi player nativi digitali o provenienti da altri mercati, fino alla richiesta dei cittadini e delle imprese per servizi integrati, cross settore e sempre più evoluti”.

L’Ania sottolinea come l’innovazione sia “l’elemento principale che continua a guidare le strategie e gli investimenti dell’industria assicurativa e che rappresenta la leva distintiva per affrontare al meglio le sfide post pandemia”. Per questo l’associazione ha deciso di attivare un avamposto in uno dei più avanzati ecosistemi di innovazione mondiale che, insieme a Israele, Regno Unito e Singapore sta indirizzando la rivoluzione fintech e insurtech.

L’associazione degli assicuratori italiani ricorda che tutte le più grandi aziende riconosciute a livello internazionale, nonché numerose agenzie governative, hanno costituito un Innovation Outpost in questi distretti di innovazione “al fine di godere di un osservatorio privilegiato sulle tecnologie emergenti da applicare, con le dovute localizzazioni, ai mercati di origine”.

La presidente Maria Bianca Farina ha sottolineato che negli ultimi anni “Ania si è mossa con grande proattività e in anticipo sulla identificazione e indirizzo delle sfide e delle opportunità dell’innovazione nel mercato assicurativo, con una forte attenzione ai nuovi prodotti/servizi offerti dalle compagnie ma anche alle necessarie evoluzioni regolamentari e allo sviluppo di soluzioni di sistema nel campo della prevenzione, della protezione e della mobilità. L’obiettivo che ci siamo dati – ha aggiunto Farina – è quello di intercettare i trend del mercato e stimolare la traduzione delle grandi opportunità offerte dalla tecnologia in soluzioni del sistema assicurativo che supportino i cittadini, le famiglie e le imprese, ponendo sempre al centro la sostenibilità ambientale, sociale ed economica”.

La decisione di attivare un punto privilegiato di connessione nella Silicon Valley rappresenta un passaggio ulteriore in questa direzione, “per poter accrescere e rendere ancora più solida la consapevolezza sul ruolo e sulla direzione dell’innovazione nel settore assicurativo nonché per identificare tutti i punti di collegamento e di sinergia con il Piano Next Generation Eu in corso di attuazione in Italia e in Europa. L’obiettivo – ha concluso Farina – è quello di indirizzare sempre meglio i trend innovativi e tecnologici che possono dare al sistema assicurativo un ulteriore stimolo ad innovare i servizi, a partire da quelli legati a mobilità, salute, real estate, agri-tech. Il tutto in una logica di innovazione sostenibile e nell’interesse del Paese, dei cittadini e delle imprese”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti