Insurance Trade

Shirbit hackerata e ricattata

I cybercriminali di BlackShadow hanno intimato alla compagnia israeliana di pagare un riscatto per riavere i dati sottratti

Shirbit hackerata e ricattata hp_wide_img
Gli hacker che hanno preso di mira Shirbit adesso chiedono un riscatto. Il 30 novembre scorso la compagnia assicurativa israeliana è stata vittima di un attacco cyber durante il quale sono state prelevate numerose informazioni di carattere privato relative ai clienti. Il furto di dati è stato rivendicato su Twitter da una sigla finora sconosciuta, BlackShadow. Il gruppo, secondo quanto riferito dai media israeliani, ha inoltre diffuso su Telegram alcune immagini di polizze assicurative, oltre a dati relativi a un importante giudice israeliano, nonché registrazioni di conversazioni fra la società e i suoi clienti.
Ora BlackShadow ha fatto pervenire un ultimatum Shirbit, concedendo 24 ore di tempo per versare 50 bitcoin (quasi un milione di dollari) in un determinato portafoglio elettronico. Così facendo, affermano gli hacker, il materiale non sarà divulgato oltre, altrimenti, il giorno successivo, la cifra da versare sarebbe destinata a raddoppiare, e poi a raddoppiare ancora. Gli hacker hanno inoltre minacciato Shirbit di rivendere a terzi il materiale trafugato, qualora la compagnia si rifiutasse di versare il riscatto.
Shirbit, ha spiegato il direttore generale Zvi Leibusher, ha dato incarico a degli esperti per contenere i danni e per consentire alla società di riprendere le attività in condizioni di sicurezza. Nei giorni scorsi Leibushor aveva affermato che “il vero scopo dell'attacco era di cercare di colpire il mercato israeliano”.
Della vicenda si sta intanto interessando da vicino anche il Centro cyber nazionale di Israele.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti