Insurance Trade

Coronavirus, colpito anche il settore dell'autonoleggio

Ridotti gli spostamenti per turismo e lavoro: per Aniasa, mercato in caduta verticale dell'80%

04/03/2020
L'allerta per l'epidemia di coronavirus colpisce anche il settore dell'autonoleggio. Le restrizioni poste per evitare il contagio, unite all'allarme mediatico che ha accompagnato la diffusione del virus, hanno di fatto ridotto il volume di spostamenti in programma per turismo e lavoro, con pesanti ripercussioni per il mercato delle vetture a noleggio.
“Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, il settore ha registrato a livello nazionale una contrazione di noleggi fino all'80%”, ha dichiarato Massimiliano Archiapatti, presidente di Aniasa, in un incontro convocato da Paola De Micheli, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. A preoccupare, ha proseguito Archiapatti, sono soprattutto “le numerose disdette, arrivate dall'estero e dall'Italia, delle prenotazioni per le festività pasquali, ormai definitivamente compromesse. Il persistere dell'attuale situazione – ha aggiunto – renderà la stagione disastrosa”.
Per questo motivo l'associazione, per bocca del suo presidente, ha chiesto al ministro di “attivare tutti gli interventi necessari a livello nazionale, e non solo nelle aree maggiormente colpite dal virus, per assicurare la tenuta di un settore strategico per la mobilità cittadina, turistica e aziendale del Paese, che impiega 20mila addetti e ogni anno immatricola 461mila vetture”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti