Insurance Trade

Sna, attivo il gruppo per l'unificazione sindacale

Attesa per le mosse di Unapass. Pronti provvedimenti contro gli otto presidenti autosospesi

Sna, attivo il gruppo per l'unificazione sindacale hp_stnd_img
E' attivo dagli inizi di agosto il Gruppo di lavoro unificazione" dello Sna. In una lettera inviata a tutti gli agenti iscritti al principale sindacato di categoria, il presidente dello Sna Claudio Demozzi, ha nuovamente richiamato l'attenzione dei vertici di Unapass, affinché si proceda a un decisivo scatto verso l'unificazione.

Le intenzioni dell'agente plurimandatario di Trento sono molto serie: la riprova è aver effettivamente attivato in seno al sindacato un gruppo di lavoro preposto esclusivamente al processo di unificazione. "Durante i lavori dell'ultimo Esecutivo - si legge nella circolare - è stato nominato il 'Gruppo di lavoro unificazione' composto dall'ufficio di presidenza Sna, dal presidente del comitato dei Gaa e dal collega Piero Melis (di cui Insurance Daily http://bit.ly/RI3bZL ha pubblicato un'intervista martedì, ndr)".

In un'altra lettera inviata sempre a inizio agosto a Massimo Congiu, presidente di Unapass, Demozzi lo aveva invitato a un incontro con lo scopo di "verificare la percorribilità di un percorso di unificazione e, conseguentemente, affrontare una ricognizione dei primi nodi politici e degli aspetti puramente formali". A tutt'oggi nessuna risposta è giunta da Unapass, ma nel corso dell'assemblea generale che si terrà a Roma dal 27 al 29 settembre, al motto di "per l'unità della categoria", potrebbero finalmente esserci dei seri passi avanti.

Presidenti autosospesi

Nela lettera di ieri, il presidente Sna è tornato sulla questione degli otto presidenti autosospesi, dopo che questi non avevano risposto alle sollecitazione dell'Esecutivo per un incontro allo scopo di chiarire la loro intenzione di creare un nuovo soggetto sindacale. "Certamente, perdurando tale atteggiamento - ha avvertito Demozzi in conclusione - l'Esecutivo, a tutela dell'istituzione sindacale, non potrà che assumere gravi e dolorose decisioni, in ordine a tutta la vicenda".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti