Insurance Trade

Luci e ombre nell'Rc professionale

26/04/2012
L'obbligo di assicurazione obbligatoria per i professionisti, che scatterà dal prossimo agosto, rappresenta una grande opportunità per gli assicuratori. Che potranno modulare le proprie polizze in base alle diverse categorie professionali e offrirle a quanti, tra ingegneri, medici, architetti o geometri, non hanno finora scelto volontariamente di mettersi al riparo dai rischi specifici della propria professione. Sono infatti ancora molto numerosi i soggetti che necessitano di coperture assicurative adeguate e che potranno, a loro volta, usufruire almeno di un vantaggio derivante dall'introduzione della legge: la possibilità, cioè, di esibire" al cliente la polizza come conferma di ulteriore professionalità. Per le compagnie, però, la novità non porta solo opportunità, perché l'Rc professionale richiede specializzazione, competenze specifiche e capacità di valutare il rischio che ci si porta in casa. Servono allora, innanzitutto, competenze tecniche e conoscenza dettagliata delle responsabilità a cui il singolo target è esposto. Senza dimenticare, naturalmente, di trasferire tali conoscenze all'intermediario, valorizzandone il ruolo sul territorio e verso il cliente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti