Insurance Trade

I Lloyd’s presentano la loro strategia per il futuro

Tra le novità, una piattaforma per rischi complessi e una struttura per gestire quelli meno complessi, oltre a nuove soluzioni di servizio

03/05/2019
Si è alzato il sipario sulla strategia che guiderà i Lloyd’s nel futuro post-Brexit. La corporation londinese ha svelato, lo scorso primo maggio, una nuova serie di misure che si declinano in varie iniziative che influenzeranno la trasformazione del mercato assicurativo e riassicurativo mondiale nei prossimi anni.
Le soluzioni proposte, spiegano i Lloyd’s, “mirano a garantire ai clienti del mercato una maggiore qualità della protezione dai rischi”, offrendo anche “nuove modalità per semplificare l’accesso al mercato assicurativo globale” oltre a “ridurre i costi di gestione degli affari”.
La pubblicazione di questa strategia segna l’inizio della prossima fase di consultazione di ampio respiro e di un piano di sviluppo che coinvolge il peculiare ecosistema dei Lloyd’s che include i partecipanti del mercato, i clienti e altri stakeholders. Si inizierà con la creazione e la distribuzione di prototipi e di soluzioni complete a partire da ottobre 2019, con una parte operativa già all’inizio del 2020.
Le sei nuove idee delineate nel documento The Future at Lloyd’s illustrano come il mercato può far fronte alle sfide e cogliere le opportunità per trasformare il modo in cui fornisce valore ai propri clienti. La prima di esse è una piattaforma per i rischi complessi che dovrebbe rendere più semplice il dialogo e consentirà il posizionamento digitale efficiente dei rischi più difficili da coprire. Poi c’è il Lloyd’s Risk Exchange una struttura attraverso la quale i rischi meno complessi potranno essere decifrati in pochi minuti e a costi molto inferiori rispetto a quelli di oggi. Altra idea è quella relativa al capitale flessibile, che potrà consentire l’accesso in modo semplice ed efficace ad una serie di rischi diversi dalla piattaforma dei Lloyd’s. Le altre tre idee riguardano altrettante soluzioni di servizio, in primis quella ribattezzata Syndicate-in-a-Box, che offrirà agli innovatori un’occasione semplificata di portare nuovi prodotti e affari nel mercato. Verrà inoltre implementato “un servizio sinistri di nuova generazione” che si propone di migliorare l’esperienza del cliente e aumentare la fiducia nel mercato, velocizzando i pagamenti dei sinistri. Infine, i Lloyd’s metteranno a disposizione un ecosistema di servizi che aiuterà tutti i partecipanti del mercato a sviluppare nuovi affari e a offrire ai propri clienti servizi di alto livello.
Il ceo dei Lloyd’s, John Neal, ha sottolineato l’importanza di costruire un mercato molto reattivo ai cambiamenti. “Le peculiari caratteristiche dei Lloyd’s – ha detto – come la capacità di accedere a esperienze nella sottoscrizione senza eguali, la sicurezza finanziaria e l’accesso al mercato intero, tutte caratteristiche presenti in un singolo luogo, oggi sono più importanti che mai”. Il panorama dinamico dei rischi, unito ai rapidi sviluppi tecnologici ha modificato profondamente il mondo. “Anche i Lloyd’s – ha aggiunto – stanno cambiando, guidati dal desiderio di offrire i migliori prodotti assicurativi e riassicurativi ed i migliori servizi disponibili ovunque. Avremo successo traendo vantaggio dallo spirito innovativo e imprenditoriale che è al centro dei Lloyd’s. Insieme abbiamo una straordinaria occasione per reinventare i Lloyd’s e costruire un mercato orientato al futuro, estremamente reattivo ai cambiamenti e ai diversi bisogni dei nostri clienti mondiali, con una cultura di inclusione ed innovazione”.




© RIPRODUZIONE RISERVATA

lloyd's,
👥 John neal,

Articoli correlati

I più visti