Insurance Trade

Cattolica cambia governance e statuto

Adozione del modello monistico e possibilità d'ingresso di uno o due amministratori provenienti dalla lista prima per capitale sociale

23/03/2018
Cattolica cambia governance e statuto, adottando il modello monistico. Le modifiche, approvate dal cda, saranno sottoposte all'assemblea convocata per il 28 aprile (seconda convocazione). Il consiglio di amministrazione, dicono dalla compagnia, ha anticipato l'approvazione della relazione sulla proposta di adozione di un nuovo statuto sociale, che sarà sottoposta all’assemblea, anche per "porre fine ai rumors" che si erano succeduti dopo l'ingresso della finanziaria di Warren Buffet nel capitale (9%).  

Nel dettaglio delle novità, le funzioni del nuovo cda (17 esponenti, contro gli attuali 18 e i cinque sindaci effettivi) assorbiranno quelle del collegio sindacale; sarà abolito il comitato esecutivo e il requisito di rappresentanza territoriale per i componenti del consiglio di amministrazione; è confermata la soglia di partecipazione azionaria dei soci (persone fisiche) allo 0,5% e innalzata al 5% quella prevista per le persone giuridiche, nonché estesa anche a enti collettivi e Oicr. Saranno inseriti nel consiglio uno o due amministratori tratti dalla lista che risulta prima per capitale, diversa dalla lista di maggioranza, risultata prima con voto capitario, e anche da quella di minoranza, avendo ottenuto voti corrispondenti al 10% o al 15% del capitale sociale, qualunque sia il numero di soci che l'abbia votata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti