Insurance Trade

Allianz e Wwf aprono a tutti l'Oasi San Felice in Toscana

Sabato e domenica visite guidate e gratuite con ricercatori e studenti

Allianz e Wwf aprono a tutti l'Oasi San Felice in Toscana hp_stnd_img
L'Oasi San Felice in Toscana, si apre al primo bioblitz italiano sabato e domenica prossimi, 25 e 26 maggio. Una due giorni, organizzata dalla Fondazione Grosseto Cultura attraverso il Museo di Storia Naturale della Maremma, in partnership con Allianz e con la collaborazione del Comune di Grosseto, che fa parte di un più ampio progetto di citizen science che vede coinvolti i comuni cittadini in progetti scientifici. Il bioblitz - spiega Loriano Valentini, presidente della Fondazione Grosseto Cultura - è un evento nato negli Stati Uniti a metà degli anni Novanta che trasforma migliaia di partecipanti in veri e propri naturalisti, affiancati da scienziati ed esperti biologi". Un gruppo di ricercatori affiancati da studenti e cittadini comuni lavorano insieme per segnalare e registrare quante più possibili specie di piante, animali e funghi all'interno di un'area, in un definito arco di tempo: in questo caso 24 ore.

La proprietà costiera nella Maremma grossetana, dove si svolgerà l'iniziativa, è di proprietà del gruppo Allianz che l'ha rilevata, trasformandola nel 2006 in oasi affiliata al Wwf. La compagnia così ha scelto di renderla fruibile secondo i dettami dell'associazione ambientalista con cui, tra l'altro, ha collaborato su vari altri fronti, come l'impegno sui temi del riscaldamento globale. L'oasi è stata già più volte, come nella recente Giornata delle oasi Wwf, al centro di iniziative di questo tipo, con l'offerta di visite guidate e gratuite. L'oasi è particolarmente adatta allo studio della biodiversità grazie alla varietà di habitat che dispone, sviluppandosi per circa un chilometro lungo la strada che da Marina di Grosseto conduce a Castiglione della Pescaia e per circa 500 metri in direzione del mare. Si tratta del tipico ambiente costiero maremmano, costituito da una zona umida, risultato dei lavori di bonifica ottocenteschi, una pineta storica, anch'essa d'impianto artificiale, e un sistema dunale restrostante la spiaggia libera demaniale.

"Allianz a livello internazionale - sottolinea Pietro Marchetti, Csr manager del gruppo - è sostenitrice di una economia low carbon: offre, ad esempio, prodotti che possano favorire lo sviluppo di energie alternative. La compagnia investe essa stessa in processi interni allo scopo di ridurre le proprie emissioni, e dal 2012 compensa tutte quelle residue". 

Appuntamento quindi all'Oasi San Felice, aperta a tutti, sabato 25 e domenica 26 maggio, dalle 9 alle 19. Tutti gli appassionati naturalisti potranno cimentarsi in un vero e proprio impegno scientifico, scegliendo orari e campo d'azione: specie vegetali, pesci e tritoni, invertebrati acquatici e terrestri, insetti, uccelli e altri vertebrati. Possibile anche la cattura di chirotteri con mist-net, bat detector e sonogrammi. Per informazioni www.oasisanfelice.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti