Insurance Trade

AmTrust Assicurazioni, nel 2021 premi lordi per 269,8 milioni di euro

La compagnia specializzata nella med-mal centra un utile netto di 7 milioni di euro

AmTrust Assicurazioni, nel 2021 premi lordi per 269,8 milioni di euro hp_wide_img
AmTrust Assicurazioni, assicuratore specializzato nella medical malpractice e nella Rc sanitaria ha chiuso il 2021 con premi lordi contabilizzati pari a 269,8 milioni di euro, in crescita di circa il 5% rispetto al 2020 (normalizzato in considerazione dell'impatto delle operazioni di trasferimento di ramo d'azienda intervenute nel 2020). Il risultato è stato trainato principalmente “da azioni di diversificazione del portafoglio assicurativo e di consolidamento e potenziamento dell'attività di sottoscrizione premi di RC sanitaria”, spiega una nota della compagnia.

L’utile netto 2021 risulta pari a 7 milioni di euro, con un combined ratio all’86,3%. Il patrimonio diretto netto della compagnia ha subito un incremento dell’8% sul 2020 raggiungendo nel 2021 i 284,5 milioni di euro.

Per AmTrust la med-mal rappresenta ancora il core business, a cui sono attribuiti il 96% dei premi sottoscritti. In particolare, oltre il 50% delle polizze riguarda strutture sanitarie pubbliche, ma, sottolinea la nota, “si evidenzia un trend positivo di crescita anche nel comparto delle strutture sanitarie private e tra i singoli professionisti operatori sanitari: 86 milioni di euro sono infatti i premi sottoscritti nel 2021 tra il personale medico, numeri che rendono AmTrust l'assicuratore sul territorio nazionale di un medico su quattro”.

Il gruppo AmTrust Financial, di cui AmTrust Assicurazioni fa parte, ha chiuso il 2021 con una raccolta premi complessiva a 7,6 miliardi di dollari.

“Siamo molti orgogliosi dei risultati raggiunti dalla compagnia nel 2021 – ha spiegato Emmanuele Netzer, amministratore delegato di AmTrust Assicurazioni – in linea con le aspettative di crescita attese, frutto dell'impegno quotidiano e costante di tutte le nostre persone. Abbiamo un piano strategico di lungo periodo che vede la responsabilità sanitaria a pilastro centrale di sviluppo della compagnia, ma stiamo portando la nostra esperienza anche al servizio di altre categorie professionali non mediche, come gli avvocati, attraverso dei prodotti assicurativi dedicati che rappresentano delle significative opportunità di crescita per il futuro della società”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti