Insurance Trade

“Facciamola semplice”, la nuova strategia del canale diretto di Generali Italia

Al via la nuova Genertel al 100% nativa digitale, che ha ridisegnato processi e prodotti per migliorare la user experience

“Facciamola semplice”, la nuova strategia del canale diretto di Generali Italia hp_wide_img
Genertel si rinnova spingendo l’acceleratore sulla digitalizzazione e diventando una compagnia al 100% nativa digitale. La compagnia ha rivisitato il proprio modello di business per portare l’esperienza dei clienti agli standard delle imprese di servizi digitali, per puntare a essere la prima grande insurtech italiana.

La presentazione della nuova strategia della compagnia diretta del gruppo Generali è avvenuta questa mattina a Milano, da parte di Marco Sesana, country manager & ceo Generali Italia e global business lines, e di Maurizio Pescarini, ceo e general manager di Genertel e Genertel Life (entrambi nalla foto).

Il nuovo modello della compagnia fa leva sull’utilizzo esteso di cinque tecnologie: dati&cloud (per il miglioramento del pricing e l’engagement), realtà aumentata (che ricostruisce le specifiche parti di un’auto e la tipologia di danno), biometrico (per effettuare la segnalazione del sinistro via video), intelligenza artificiale (per la stima automatica dell’importo di un sinistro con video/foto), interfacce conversazionali (con l’utilizzo di chatbot).

L’ambizione della nuova strategia è quella di offrire, entro i prossimi tre anni, una eccellente customer experience su quattro ecosistemi di bisogno: mobilità, casa, benessere e pet.

La rinnovata Genertel è ora in grado di permettere la sottoscrizione di polizza in meno di un minuto, sospendere/riattivare ed integrare la copertura, anche dopo l’acquisto, con un semplice clic in un secondo, e di ottenere con una foto un rimborso danni automatico in meno di tre minuti, il tutto anche grazie alla rivisitazione completa delle interfacce, semplificate e pensate per la navigazione da dispositivo mobile.

Questa nuova fisionomia della compagnia online rientra nella più ampia trasformazione della country Italia di Generali. “Con la nuova Genertel – ha spiegato Sesana – si completa la trasformazione digitale di tutti i canali distributivi di Generali in Italia”.

Sesana ha ricordato come “in cinque anni abbiamo cambiato il modo di fare assicurazione trasformando la cultura aziendale, accelerando sulla tecnologia e introducendo nuove competenze”. Il gruppo ha investito 300 milioni in innovazione, competenze e persone. “Abbiamo ridisegnato processi, competenze, modelli di business e modi di lavorare. Oggi – ha proseguito – abbiamo una rete con il 100% di agenzie digitali, una nuova generazione di offerta con più prevenzione, servizi e tecnologia con oltre il 70% di polizze digitali”. Una trasformazione che ha avuto un riflesso positivo mostrato nell’aumento di 22 punti del Net promoter score, l’indice che misura la soddisfazione dei clienti, che ora è superiore a 50 punti percentuali.

Con la nuova Genertel, inoltre, nasce anche BeeGood, il programma di social give back della community dei clienti su cause sociali più vicine ai propri valori per supportare la comunità con progetti solidali. Genertel ha deciso di sostenere i progetti di onlus attive in tutto il territorio in ambito sociale, ambientale e sanitario. Una scelta che, ha commentato Sesana, “rafforza la natura sociale dell’assicuratore”.

Pescarini ha spiegato che grazie alla nuova strategia e al nuovo modello di business Genertel in tre anni punta a crescere e rafforzare ulteriormente il posizionamento nel segmento dell’assicurazione diretta in Italia, con l’obiettivo del 65% clienti in modalità self service e una crescita del 40% della base clienti del canale diretto a complessivi 1,5 milioni per Genertel e Genertel Life. Oltre al modello operativo, la rivoluzione di Genertel ha interessato anche il brand “che è stato rinnovato per renderlo più moderno e in linea con il brand digitale, caratterizzato allo stesso tempo da un forte tocco umano e maggiore empatia”, ha detto Pescarini.

Genertel in questa configurazione “non si rivolge necessariamente solo ai giovani, ormai le persone sono abituate a utilizzare molto bene il digitale. Si tratta di prodotti e di un processo di acquisto che può essere fatto da chiunque a qualsiasi età, quindi il target comprende chiunque cerchi un prodotto semplice, self service”, ha rimarcato Pescarini, rivelando che con questa nuova strategia Genertel punta ad acquisire 250mila nuovi clienti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti