Insurance Trade

Cattolica sigla una partnership con Assofranchising

L’accordo punta a consolidare l’offerta di prodotti dedicati all’imprenditorialità in affiliazione, con l’obiettivo di proporre soluzioni su misura per franchisor e franchisee

Cattolica sigla una partnership con Assofranchising hp_wide_img
Cattolica Assicurazioni ha sottoscritto una partnership con  Assofranchising, l’associazione che tutela gli interessi economici delle reti in franchising associate. Nell’ambito dell’accordo, la compagnia veronese (nel ruolo di main partner) proporrà alle aziende socie e ai loro affiliati soluzioni assicurative ad hoc per un settore in cui la diffusione di polizze assicurative è ancora limitata e differenziata per classe dimensionale: supera il 50% solo per i rischi principali (incendio, furto e responsabilità civile) mentre rimane molto bassa per coperture specifiche quali Rc prodotto, ambientale o business interruption e, in generale, per le imprese di piccole dimensioni (sotto i nove addetti).

“È anche in quest’ottica – spiega Carlalberto Crippa, direttore business development & marketing del gruppo Cattolica – che ci vogliamo avvicinare al tessuto imprenditoriale in affiliazione, ossia per aiutare a cambiare la cultura aziendale sottolineando l’importanza della prevenzione del rischio”. Crippa sottolinea come in questo momento si in corso “una rivoluzione nel mondo del lavoro, con l’ingresso di nuovi rischi emergenti come quelli legati alle pandemie, entrati al terzo posto nella top ten in Italia con una percentuale del 28%, dopo l’interruzione dell’attività con il 45% e i rischi informatici, al primo posto con il 54%”. Crippa, inoltre, fa notare che, pur essendoci rischi specifici per settore, “l’interruzione dell’attività è al primo posto nella top 5 per tutti i settori, dall’agricoltura ai trasporti. Questo – sottolinea – ci fa capire che sempre di più dovremo andare nella direzione di soluzioni dedicate per chi decide di mettersi in proprio aiutando a individuare quelle più adatte alle esigenze. Per questo abbiamo scelto di affiancare Assofranchising in questa nuova sfida che mette al centro le persone che scelgono questa nuova avventura professionale”.

In questo contesto, Cattolica ha lanciato di recente una polizza come Active Business, che si propone di coprire i principali bisogni di protezione per le imprese commerciali, manifatturiere e di servizi, come, ad esempio, assicurare la protezione dei locali dell’attività, delle merci e delle attrezzature dai principali rischi property sia per danni diretti sia per interruzione di esercizio, compresa anche la protezione dalla responsabilità che deriva dall’attività imprenditoriale nei confronti di dipendenti e clienti. La compagnia mette inoltre a disposizione delle aziende tutele contro i rischi cyber per i danni che un attacco informatico potrebbe causare in termini di perdite economiche e di costi per far ripartire l’attività e per i danni causati a terzi. Infine, sono stati studiati prodotti per la tutela dell’impresa in caso di perdita del proprio key man, per l’investimento di liquidità in eccesso, per accantonare e gestire quanto dovrà essere riconosciuto ai propri amministratori e dipendenti una volta concluso la relazione (Tfr e Tfm) e per la pensione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti