Insurance Trade

Alleanza, come diventare resilienti alla crisi

La compagnia presenta le sue quattro leve strategiche per la ripresa sostenibile del Paese: educazione finanziaria, consulenza di valore, crescita della Rete e nuova generazione di offerta

15/10/2020
Educazione finanziaria, consulenza di valore, crescita della rete e nuova generazione di offerta. Sono queste le quattro leve strategiche di Alleanza Assicurazioni per la ripresa sostenibile del Paese al fianco di clienti e comunità. La compagnia rafforza il proprio impegno per diffondere la cultura finanziaria con l’adesione al Mese dell’educazione finanziaria 2020, promosso da ministero dell’Economia e di quello dell’Istruzione.  Il programma nazionale di educazione finanziaria di Alleanza propone seminari gratuiti sul territorio per diffondere la conoscenza dei temi legati a mercati finanziari, previdenza e protezione. Dal 2019 i vari eventi Investment Day, Protection Day e Previdenza Day hanno coinvolto oltre 50mila persone in 500 appuntamenti in tutta Italia.
Alleanza sottolinea come l’educazione finanziaria dei risparmiatori debba essere sostenuta da un’alta professionalità della propria rete, e ha deciso di incentivare l’abilitazione dei propri professionisti alla certificazione di consulenti finanziari: al momento ne conta già 1.900, di cui 138 hanno ottenuto l’abilitazione durante periodo Covid. La compagnia, inoltre, sta continuando, anche in questo periodo di pandemia, il suo piano di crescita della rete 2019-2022 con l’obiettivo di 900 nuove assunzioni e investimenti nella formazione della rete. Al momento sono entrati a far parte di Allenza 210 nuovi assunti
Nel corso di un evento web, l’amministratore delegato di Alleanza, Davide Passero (nella foto), ha parlato dell’impegno della compagnia nella sostenibilità su temi ad alto impatto sociale. Una strategia che include anche prodotti come Valore Evergreen e Smart Evergreen, le nuove soluzioni di risparmio e investimento ideate con l’obiettivo di coniugare solidità, modularità e sostenibilità.
I due prodotti presentano una componente di investimento opportunamente diversificato basato sia sulla solidità della gestione separata (affidata al Fondo Euro San Giorgio), sia su una componente sostenibile, dal punto di vista di impatto ambientale, attraverso il Fondo Gis EuroGreen & Sustainable Bond, che investe in aziende sostenibili e certificate, e attraverso la Linea Soluzione Patrimonio, composta da tre Oicr (Faio, Fab, Fao).

“Come compagnia – ha spiegato Davide Passero vogliamo fare la nostra parte al fianco dei nostri clienti e delle comunità: l’educazione finanziaria, la consulenza di valore, le opportunità professionali per i giovani e le innovazioni nell’offerta di soluzioni assicurative sono gli elementi con i quali vogliamo contribuire a una ripresa sostenibile del Paese. Mai come oggi riteniamo fondamentale impegnarci su temi ad alto impatto sociale, in primis sull’educazione finanziaria, un valore per lo sviluppo delle famiglie e del settore assicurativo". Passero ha ricordato che tre italiani su dieci avrebbero oggi difficoltà nel reperire le risorse necessarie per gestire imprevisti, e per questo "disporre delle conoscenze finanziarie può aiutare a fare la differenza. È quindi sempre più necessario promuovere la diffusione di una maggiore educazione finanziaria, tema prioritario dell’Agenda 2030 Onu per lo sviluppo sostenibile”.
Nel corso dell’evento è intervenuta anche Nadia Linciano, responsabile dell’ufficio studi economici della Consob e componente del comitato per la programmazione e il coordinamento di educazione finanziaria, che ha sottolineato quelle che sono le sfide di sempre per l’educazione finanziaria: “raggiungere la platea più ampia possibile (giovani, adulti, categorie vulnerabili, Pmi) e potenziare la capacità degli individui per affrontare le crisi finanziarie: dalla pianificazione al risparmio alla partecipazione ai mercati finanziari, significa maggiore resilienza”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti