Insurance Trade

Il Covid-19 frena la trimestrale di Allianz

L’utile di gruppo al 31 marzo, pur ragguardevole (1,4 miliardi di euro), risulta in calo del 28,9% rispetto allo stesso periodo del 2019

12/05/2020
Il Covid-19 penalizza di conti trimestrali di Allianz. Il gruppo tedesco nel primo trimestre 2020 ha registrato un utile netto di competenza degli azionisti pari a 1,4 miliardi, ottimo risultato in termini assoluti ma in calo del 28,9% rispetto ai primi tre mesi di un anno fa, quando aveva raggiunto i 2 miliardi. La società, tuttavia, aveva anticipato il calo lo scorso mese con la pubblicazione dei dati preliminari e aveva abbandonato il target di utile per l’intero anno, attribuendo la colpa all’incertezza economica causata dalla pandemia.
In calo (-22,2%) anche il profitto operativo, che si ferma a quota 2,3 miliardi di euro, mentre sono in crescita le entrate interne, che salgono del 3,7% guidate in particolare dal segmento life&health. Le entrate complessive aumentano del 5,7%, portandosi a 42,6 miliardi.
Secondo il group ceo, Oliver Baete, il primo trimestre del 2020 “ha mostrato la resilienza di Allianz in queste circostanze senza precedenti”, mentre il direttore finanziario Giulio Terzariol ha osservato che “il Covid-19 ha aggravato le condizioni operative nel ramo dell’assicurazione danni”. Ciò ha avuto un riflesso nel combined ratio, salito di 4,1 punti (ora è al 97%).
Come Allianz, sono moltissime le compagnie assicurative europee ad aver messo in guardia sulle prospettive future, in un quadro in cui le assicurazioni si ritrovano a gestire richieste di risarcimento per l’interruzione delle attività, la cancellazione di eventi e l’assenza di domanda per assicurazioni auto e viaggi.

Nella foto, da sinistra: Oliver Baete, group ceo di Allianz, e Giulio Terzariol, cfo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti