Insurance Trade

Convegno intermediari, per competere serve equilibrio

Equilibrio economico e competitività sono state le linee guida del tradizionale evento sulla distribuzione assicurativa, organizzato da Insurance Connect e interamente moderato dal direttore Maria Rosa Alaggio

Convegno intermediari, per competere serve equilibrio hp_wide_img
Al preoccupante scenario economico globale, si aggiungono le questioni peculiari del settore assicurativo che coinvolgono gli intermediari in prima persona: l’integrazione delle reti e l’ingresso di nuovi operatori stanno cambiando il terreno di gioco e anche l’equilibrio finanziario delle agenzie. C’è poi la ricerca di competitività, che si sta rivelando necessaria anche nel mondo dell’Rc auto, un tempo saldamente nelle mani degli intermediari tradizionali.   

Equilibrio economico e competitività sono state le linee guida del tradizionale convegno sulla distribuzione assicurativa, organizzato da Insurance Connect e interamente moderato da Maria Rosa Alaggio, direttore di Insurancetrade.it.   

Un evento come sempre partecipato, in sala c’erano oltre 250 persone, che ha approfondito tutte le questioni all’ordine del giorno relative al mercato assicurativo e, in particolar modo, agli aspetti legati alla distribuzione: dallo sviluppo alle nuove offerte, dagli ambiti di mercato più interessanti per gli intermediari alle tecnologie al servizio delle agenzie e delle società di brokeraggio.   

In apertura del convegno, sono stati presentati i risultati di una ricerca, effettuata da Scs con Insurance Connect, frutto di uno studio molto esaustivo che ha coinvolto gli intermediari e i clienti, attraverso un sondaggio, e la quasi totalità delle principali compagnie sul mercato, grazie a un tavolo di lavoro che ha illustrato quali sono i valori condivisi dal mercato assicurativo e in che direzione stanno andando le richieste dei clienti.   

Lo scenario normativo è stato l’altro importante fil rouge della giornata, con confronti e dibattiti con tutti gli stekeholder del settore, dall’Ivass all’Ania, fino alle rappresentanze dei broker e degli agenti. Tante le questioni affrontate: dal preventivatore, all’accordo nazionale imprese agenti, passando per le semplificazioni. 

Su molte cose le posizioni appaiono ancora cristallizzate, persino, inconciliabili: ma questi tempi difficili non potranno che spingere tutte le componenti del settore dei rischi a lavorare insieme. Primo o poi.   

Un lungo articolo di resoconto del convegno, Gli intermediari tra equilibrio economico e ricerca di competitività, è stato pubblicato su Insurance Daily di mercoledì 5 ottobre. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti