Insurance Trade

Catastrofi naturali, la soluzione assicurativa non può più aspettare

- Organizzato da Anra, Lloyd's

Roma (Roma)

Roma, 20 novembre 2013

14/11/2012
Anra e i Lloyd's organizzano il 20 novembre un convegno per parlare di un tema che periodicamente sale alla ribalta delle cronache, ma che fatica a trovare adeguati spazi di approfondimento. Il titolo dell'incontro, in programma a Villa Wolkonsky a Roma, è già una dichiarazione d'intenti: Assicurazione rischio catastrofi naturali in Italia: una decisione improcrastinabile". La questione va affrontata con urgenza e competenza e proprio per questo il parterre di relatori chiamati ad intervenire è di prim'ordine.

Ad aprire i lavori alle ore 14 - dopo il saluto del padrone di casa, l'ambasciatore britannico Christopher Prentice - saranno Paolo Rubini, presidente di Anra e risk manager di Telecom Italia; e Enrico Bertagna, head of southern, eastern Europe & Africa and country manager for Italy dei Lloyd's.
A seguire, Alessandro De Felice, group risk manager Prysmian e vice presidente di Ferma, proporrà una panoramica sui sistemi di copertura adottati per le catastrofi naturali in altri paesi europei. Ismet Gungor, rappresentante del Turkish Catastrophe Insurance Pool, interverrà portando l'esperienza del pool per le catastrofi naturali in Turchia; mentre Riccardo Campagna, consigliere e docente del consorzio universitario Cineas, approfondirà le questioni di casa nostra con particolare riferimento ai terremoti che hanno interessato l'Abruzzo e l'Emilia.
Il convegno, di cui Insurance Connect è media partner, si concluderà infine con una tavola rotonda a cui prenderanno parte, oltre ai relatori sopracitati: il presidente di Acb, Luigi Viganotti; il capo dipartimento di Adiconsum, Fabrizio Premuti; e il presidente di Aiba, Francesco G. Paparella.

La partecipazione è gratuita, ma è necessario iscriversi entro il 14 novembre inviando l'apposito modulo di adesione via e-mail all'indirizzo carola.pisani@lloyds.com. I posti disponibili sono limitati e saranno attribuiti in base all'ordine di iscrizione. Le procedure di sicurezza per l'accesso a Villa Wolkonsky, residenza dell'ambasciatore britannico in Italia, prevedono la presentazione della conferma dell'accredito e di un documento d'identità valido all'ingresso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti